Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 18 dicembre 2017
Articolo di: sabato, 26 marzo 2011, 12:00 m.

«La Commissione edilizia non è una casta»

Bocciata la mozione di “Borgomanero viva” in Consiglio comunale

BORGOMANERO - La Commissione edilizia non si tocca. Lo ha deciso lunedì sera il Consiglio comunale che, al termine di una lunga discussione, ha respinto con i voti della maggioranza di centrodestra una mozione presentata dal capogruppo di “Borgomanero viva” Mattia Cornacchia. Quest’ultimo già nell’ottobre dello scorso anno aveva chiesto, senza peraltro ottenerla, la soppressione della Commissione stessa. Lunedì  è tornato in argomento, questa volta per chiedere che dalla Commissione vengano esclusi, oltre ai parenti ed affini sino al quarto grado dei consiglieri comunali, del sindaco e degli assessori, anche “i professionisti in ogni caso associati a componenti del Consiglio e della Giunta e coloro i quali si sono candidati alla carica di sindaco o di consigliere comunale alle elezioni precedenti la nomina della Commissione”. Nel dibattito che è seguito, l’onorevole Maria Piera Pastore (Lega Nord) ha detto di non condividere la tesi del capogruppo di “Borgomanero Viva” in quanto «l’attuale normativa fissa già precise limitazioni. Vietare a professionisti seri di far parte delle Commissione per il solo fatto di essere stati candidati in una lista o per il fatto di collaborare con studi professionali che fanno capo a esponenti del Consiglio comunale o dell’esecutivo potrebbe essere lesivo dei diritti dei cittadini». «Non ritengo –ha invece sostenuto Giuseppe Volta (Pd)- che vengano lesi dei diritti. La normativa attuale prevede già che della Commissione non possano fare parte parenti o affini fino al quarto grado dei consiglieri comunali o dei componenti della Giunta. La mozione non fa altro che recepire queste indicazioni per maggiormente tutelare i cittadini». «Perché – ha chiesto il capogruppo Pd Gianni Barcellini – se la Commissione è solo un organo tecnico - consultivo ci sono così tanti professionisti che fanno a gara per entrarvi?». Per cercare di trovare un punto di accordo tra le due anime del Consiglio comunale Gabriele Caione (Sinistra e libertà) ha proposto una modifica della mozione evitando cioè di escludere dalla Commissione “coloro che si sono candidati alla carica di sindaco o di consigliere comunali alle elezioni precedete la nomina della Commissione”. Proposta che è stata condivisa da Cornacchia. Giacomo Bucciero (Insieme per Borgomanero) pur assicurando il voto favorevole alla mozione ha sottolineato che l’argomento avrebbe dovuto essere portato in discussione dieci anni fa quando la Commissione era investita di ben altri poteri. «La Commissione edilizia – ha evidenziato il sindaco Anna Tinivella – non è una casta, ma ha sempre rappresentato un importante supporto tecnico soprattutto per gli amministratori locali che spesso tecnici non sono». Nel presentare la sua mozione Cornacchia aveva posto l’accento sui costi della Commissione, di gran lunga superiori a quelli sostenuti per il Consiglio comunale. Pronta la replica del sindaco: «Ogni componente della Commissione percepisce come il consigliere comunale un gettone di presenza pari a 20 euro lordi per ogni seduta. Questo vuol dire che in un anno ogni commissario incassa  all’incirca duecento euro lordi. Ai commissari chiederò di rinunciare al gettone». Messa ai voti la mozione è stata respinta.

Carlo Panizza

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

Articolo di: giovedì, 24 marzo 2011, 5:22 p.

Dal Territorio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio
MAGGIORA - Abigaille Zanetta era nata a Suno nel 1875, ma la sua famiglia, il papà Bartolomeo e la mamma Maddalena Marucco,  era originaria di Maggiora. E sempre a Maggiora  iniziò la sua carriera professionale come insegnante presso il locale Asilo Infantile. Attività questa che non l’avrebbe fatta assurgere agli onori della cronaca tanto da essere(...)

continua »

Altre notizie

^ Top