Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 21 novembre 2017
Articolo di: mercoledì, 19 ottobre 2011, 8:50 m.

«Non possiamo regalare alcuna divisione alla destra»

Dario Franceschini a Borgomanero ospite del locale circolo

BORGOMANERO - C’era tanta gente ad ascoltare, venerdì 7 ottobre nella sala “Carlo Giustina” della Soms, l’onorevole Dario Franceschini, capogruppo del Pd alla Camera dei deputati che ha parlato sul tema “Basta manovre ingiuste. Le proposte del Partito democratico per l’Italia di domani”. L’incontro, promosso dal locale Circolo del Pd, è stato introdotto dal saluto del segretario provinciale Elena Ferrara che ha preannunciato che a breve si terrà a Borgomanero un’assemblea provinciale. «È in atto – ha quindi detto l’onorevole Franceschini – una crisi istituzionale e politica senza precedenti nella storia  che avrebbe dovuto portare alle dimissioni di Berlusconi e dei suoi ministri. Questo non è però avvenuto perché  si illude chi pensa che Berlusconi sia disposto a fare un passo indietro. E questo a costo di trascinare il Paese in una situazione insostenibile. Cosa possiamo fare – si è domandato Franceschini - noi del Pd ? Proseguire nell’azione di indebolimento di questo Governo che non sta facendo nulla per affrontare la crisi. Altri Governi hanno agito diversamente confrontandosi per prima cosa con la gente. Se ci troviamo in questa situazione la responsabilità è di Berlusconi e di Tremonti perché hanno fatto scelte irresponsabili raccontando per mesi agli italiani che le cose andavano bene. La manovra è andata a colpire i lavoratori dipendenti, i pensionati, i ceti medi e gli enti locali che ora si trovano ad un bivio: o tagliano i servizi o aumentano le tariffe. Per affrontare concretamente la situazione - ha aggiunto – occorre cambiare rotta con una vera e propria lotta all’evasione fiscale che preveda la tracciabilità di qualsiasi pagamento e la drastica riduzione della circolarità del denaro contante. Bisogna poi far pagare i grandi evasori che grazie allo scudo fiscale hanno fatto rientrare in Italia 93 miliardi di euro senza pagare nessuna sanzione. Si dovrà poi pensare a tassare i grandi patrimoni immobiliari, quelli con un valore complessivo superiore a duemilioni di euro. Occorre infine investire risorse nella crescita investendo in modo particolare nel modo della scuola perchè se il Paese non cresce non c’è futuro». L’ultimo messaggio Franceschini lo ha lanciato ai “suoi”. «Non possiamo regalare nessuna divisione alla destra. Dobbiamo presentarci uniti per salvare l’Italia e mandare a casa Berlusconi».

Carlo Panizza

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato 

Articolo di: mercoledì, 19 ottobre 2011, 8:50 m.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top