Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 14 dicembre 2017
Articolo di: sabato, 07 aprile 2012, 12:00 m.

“Duplice paesaggio”, uomo e natura nell’arte

Ad Ameno la mostra proposta nell’ambito di “Cuore verde tra due laghi”

AMENO - Una visione paesaggistica diretta, agreste e insieme umanizzata (come in “Interno di stalla” di Giovanni Segantini, “La Querceta” di Giovanni Fattori o “Paesaggio a Morestel nel Delfinato” di Antonio Fontanesi), lascia il posto a interpretazioni più sperimentali, la cui realizzazione si affida all’uso di materiali innovativi (quale la stampa a pigmenti su carta di puro cotone. Incarnate dall’uso del colore frammentato (come in “Una sera” di Salvo), dall’essenzialità delle linee che generano forme con un richiamo quasi alla pittura metafisica (“Silenziosa disciplina” di Marcovinicio), sino a immagini che rappresentano “strutture compositive che aprono il dialogo tra artificio e natura, tra artificiale e naturale” (“Civilization D-Zone#3” di Gioberto Noro). La mostra “Duplice paesaggio”, curata da Giovanna Nicoletti, è visitabile sino al 3 giugno ad Ameno, nello spazio museale di Palazzo Tornielli, promossa nell’ambito di “Cuore verde tra due laghi” dall’associazione Asilo Bianco. L’esposizione propone una lettura del “rapporto tra uomo e natura attraverso la lente dell’arte, in un dialogo-incontro tra opere dell’Ottocento e artisti contemporanei sul tema del paesaggio”.

Nell’identificare il senso del titolo Giovanna Nicoletti precisa: “Duplice paesaggio significa che all’interno della natura abitano personaggi che rendono narrativo il ritmo della composizione”.

Al vernissage hanno preso la parola Micaela Gerardi (sindaco di Ameno), Diego Sozzani (presidente della Provincia di Novara) ed Enrica Borghi (presidente dell’associazione “Asilo Bianco”). Presenti anche l’assessore provinciale Antonio Tenace e diversi sindaci del territorio.

Maria Antonietta Trupia

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara di sabato 7 aprile 2012 in edicola o direttamente online in versione digitale sfogliabile 

Articolo di: sabato, 07 aprile 2012, 10:38 m.
^ Top