Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 14 dicembre 2017
Articolo di: mercoledì, 28 settembre 2011, 4:20 p.

“Humanscape”, artisti finlandesi in dialogo con il territorio

Nell’ambito del progetto “Cuore verde tra due laghi” sostenuto da Fondazione Cariplo

AMENO -  L’associazione Asilo Bianco di Ameno nel convegno che si è tenuto lo scorso 23 settembre a Palazzo Tornielli ha presentato il bando della Fondazione Cariplo “Valorizzare il patrimonio attraverso la gestione integrata dei beni”. Tramite tale bando è stato sostenuto tra gli altri  il progetto presentato dell’associazione Asilo Bianco  “Cuore Verde tra due Laghi”, in un’ottica di partenariato con Comune di Ameno, Comune di Miasino, Parrocchia di Armeno, Parrocchia di Ameno, Teatro delle Selve/ Residenza Multidisciplinare “Sul lago d'Orta” e Associazione Ameno Blues.

Il progetto mira a potenziare le politiche di valorizzazione dei beni artistico- culturali del territorio, in particolare focalizzandosi su alcuni interventi come l’avvenuto recupero del Parco Neogotico di Palazzo Tornielli di Ameno, con incremento della fruibilità di tutta l’area del Palazzo (Spazio Museale, Biblioteca), il restauro della Cappella dell’Ossario di Armeno o ancora il recupero degli affreschi e del parco di Villa Nigra a Miasino. 

Rientra nel progetto anche l’organizzazione di concerti, mostre d’arte, workshop formativi, convegni, spettacoli teatrali, incontri letterari, eventi culturali di gemellaggio internazionale, scoperta e degustazioni di prodotti tipici locali. 

Attualmente è ad esempio in corso negli spazi museali e nel parco neogotico di Palazzo Tornielli in  piazza Marconi 1 ad Ameno la mostra “Humanscape – Artisti finlandesi in dialogo con il territorio”, inaugurata sabato 24 settembre e visitabile fino al 27 novembre (ingresso libero, orari di visita venerdì, sabato, domenica 15.30 – 19). Si tratta di un progetto internazionale di Asilo Bianco in collaborazione con la Finnish Academy of Fine Arts di Helsinki.  Gli artisti presenti sono: Teuri Haarla, Antti Laitinen, Pekka Nevalainen, Kaarina Kaikkonen, Hanna Vihriälä, Seppo Salminen con Heini Räsänen e il collettivo Mustarinda.

Lo scopo dei lavori in mostra è rielaborare con linguaggi artistici diversi (light-works, performing arts, new media) l’ambiente quotidiano per un ritorno agli elementi base, in contrapposizione al tema della spettacolarità proposto dalla società contemporanea.

Attraverso la sua creazione, l’artista promuove uno sguardo differente, senza pregiudizi, su elementi comuni, materiali e fenomeni della società per una nuova percezione emotiva e intellettuale, tesa a costruire un dialogo inedito con l’ambiente naturale. 

Parallelamente alla mostra si è svolto dal 12 al 25 settembre ad Ameno un primo importante workshop di formazione, con sedici studenti provenienti da Accademia Albertina di Torino, Finnish Academy of Fine Arts di Helsinki, École Européenne Supérieure d'Art de Bretagne – sede di Rennes.  Il percorso formativo è stato condotto da Seppo Salminen insieme ad altri due docenti delle accademie coinvolte. Il programma ha lo scopo di aumentare i punti di osservazione sulla visione ecologica contemporanea tra ricercatori del mondo scientifico e dell’universo artistico-umanistico.  Questo workshop sancisce l’inizio di un progetto formativo internazionale di alto livello, che l’associazione Asilo Bianco vuole proporre a cadenza annuale, coinvolgendo a turno diversi partner europei. 

Ad Ameno, in occasione di questo primo incontro, è stata inoltre realizzata la copertura wireless dell’intera zona del complesso di Palazzo Tornielli (sale museali, piazza centrale e parco).

Valentina Sarmenghi 

Articolo di: mercoledì, 28 settembre 2011, 4:20 p.
^ Top