Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 17 dicembre 2017
Articolo di: sabato, 12 novembre 2011, 5:10 p.

“Luce” per i bimbi lebbrosi

Al via oggi l’iniziativa “Illuminomegna”

OMEGNA - “Luminari” e “illuminati” per aiutare chi cerca di sopravvivere a gravi malattie in Costa d’Avorio. La lampadina, simbolo spesso usato nei fumetti per annunciare un’idea, è protagonista di questa iniziativa dai contenuti sociali e solidali che si chiama “Illuminomegna”. La luce, accesasi nella testa di Roberto Buzio, presidente dell’associazione “Le pagne de Letizia” onlus, ha passato la corrente ad Andrea Ruschetti fondatore di Pups.it, a Maria Bertolotti, per tutti Mary, titolare de “Il portico d’arte”, al Parco della Fantasia, al Comune, coinvolgendo anche i licei cittadini. Un lungo percorso “elettrico” che si traduce nell’esposizione di lampade d’autore nell’angolo commerciale più artistico del centro storico, di cui Mary è la titolare, e messe all’asta a fini benefici.

Il ricavato sarà devoluto a “Le pagne de Letizia” a sostegno del progetto di ristrutturazione di una vecchia chiesa dismessa presso il lebbrosario “Raoul Follereau” in Costa d’Avorio, da destinare al reparto di degenza per bambini ricoverati, malati di lebbra o di ulcera di Burulì. Le lampade, una trentina, sono tutte della stessa forma e dimensione. Si chiamano Idoll Lamp. Il design, come la produzione, sono “made in Cusio”, firmate da Andrea Ruschetti, che le ha presentate al pubblico tre anni fa in occasione della manifestazione “Pups in town”. La sua lampada nasce bianca ma oggi, sabato 12 novembre, giorno in cui si inaugura “Illuminomegna”, al “Portico d’Arte” ci saranno trenta lampade tutte “ben acconciate”.

Varie le fogge scelte dagli artisti, quasi tutti non professionisti. Tra loro emergono quelle di Attila, nome d’arte per il medico di base Attilio Ardizzi, che trasferisce da anni la sua passione nella satira politica a fumetti. Sono sue le quattro lampade di “Omegnopoli’s Pups”. Attila prende di mira tre assessori comunali e il presidente della Provincia. L’invito è all’acquisto della lampada ma... se “il presidente della Provincia non ti piace, spegnilo!”, scrive Ardizzi nell’introduzione alle sue opere. C’è tempo sino a domenica 11 dicembre per poterle vedere, al “Portico” e allo shop “Fantasia” del Forum.

L’evento vanta anche una sezione ludica dedicata ai più piccoli: si chiama “Illuminomegna” speciale bambini e consiste in un laboratorio creativo dedicato interamente alla luce, dove i bambini potranno personalizzare una lanterna proveniente dalla collezione “Pups.it”. La proposta “si accenderà” domani, domenica 13 novembre alle 15 alla ludoteca di via XI settembre, al parco della Fantasia.

Luisa Paonessa

Articolo di: sabato, 12 novembre 2011, 5:10 p.

Dal Territorio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio
MAGGIORA - Abigaille Zanetta era nata a Suno nel 1875, ma la sua famiglia, il papà Bartolomeo e la mamma Maddalena Marucco,  era originaria di Maggiora. E sempre a Maggiora  iniziò la sua carriera professionale come insegnante presso il locale Asilo Infantile. Attività questa che non l’avrebbe fatta assurgere agli onori della cronaca tanto da essere(...)

continua »

Altre notizie

^ Top