Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 19 agosto 2017
Articolo di: sabato, 09 febbraio 2013, 9:21 p.

“Vogliamo avere una mentalità europea”

Il ds del Borgomanero Calcio, Massimo Macchi, spiega le scelte della società agognina

BORGOMANERO - Commistione fra giovani di talento alle prime esperienze in categoria e senatori esperti che hanno navigato in acque ben più ‘burrascose’ dell’Eccellenza. Il Direttore Sportivo del Borgomanero, Massimo Macchi, spiega le scelta che sta caratterizzando questa stagione della società agognina. “Questa vuole essere un po’ la risposta che il Borgomanero vuole dare alle critiche sulle strategie che vedono investimenti solo sull’usato sicuro. Noi vediamo che le squadre importanti puntano sui giovani solo nel momento in cui vi sono costretti. Non possiamo nascondere che magari, in momenti di crisi, lavorare sui giovani risulta essere più facile perché hanno dei costi inferiori. La nostra filosofia vuole andare oltre all’esigenza e diventare regola e mentalità. Magari esagero ma vogliamo avere una mentalità sempre più europea sotto questo punto di vista. Nel calcio italiano certi atteggiamenti devono sempre essere imposti. Prendiamo per esempio l’obbligo degli ‘under’ da mandare in campo. A mio giudizio non è corretto, molte volte si brucia un ragazzo perché nella squadra non vi sono quei giocatori in grado di insegnar loro qualcosa”Come sta il Borgomanero? “Vogliamo giocarcela fino alla fine. Come dicevo lottiamo per il vertice del campionato e abbiamo ora partite importanti che non possiamo sbagliare. Non me la sento di fare distinguo perché ogni punto diventa pesante e dobbiamo migliorare soprattutto in casa, soprattutto evitando sprechi. Un po’ di rammarico per alcune partite c’è. Ora la corsa non è più a 3 ma a 4 e i punti sono davvero molto pochi. Ci possono essere ribaltamenti ogni domenica. Noi siamo lì per giocarcela. Stiamo facendo cose importanti. Nessuno lo sottolinea mai ma io credo che, forse, sono poche le squadre che come noi da più di un anno non perdono in trasferta. Siamo sulla strada giusta”. Domenica, proprio in casa arriva il Volpiano all’andata 1 a 4 per la squadra di Erbetta. A segno Banegas (reduce oggi dalla doppietta a Gattinara), Zenga (anche lui a rete domenica scorsa), Giallonardo e Bandirali. Il Volpiano, squadra di bassa classifica, arriva però dall’ottimo pareggio interno con il Baveno per 2 a 2.

Redazione online

Articolo di: sabato, 09 febbraio 2013, 9:21 p.
youkata
^ Top