Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 28 luglio 2017
Articolo di: martedì, 16 maggio 2017, 9:24 m.

“Villaggio d’artista”, dialogo tra i due laghi

Quest'anno coinvolti anche Invorio, Gozzano e Omegna

Torna, dal 18 giugno al 2 luglio, “Villaggio d’artista”. Appuntamenti con teatro, danza, performing, art award e musica. Non soltanto a Verbania e Cannobio. Quest’anno, “Villaggio d’artista” si allarga dal Lago Maggiore a quello d’Orta. Nell’evento sono coinvolte anche Gozzano, Invorio e Omegna. Proprio queste tre località ospitano l’anteprima dal 29 maggio al 2 giugno. Si tratta di “Non è mai troppo tardi”, laboratorio danza e movimento per donne over 60: ballerine “per caso” che infrangono schemi sociali e confrontano lo stereotipo della donna “agée” con il modello vincente proposto dai media. Gli appuntamenti con questo corpo di ballo fuori dagli schemi, addestrato da Silvia Gribaudi, sono alla Villa Liberty (parco Maulini) di Omegna dalle 9.30 alle 11.30, alla sala della Società operaia di mutuo soccorso di Gozzano dalle 14.30 alle 16.30, nella sala polivalente di Invorio dalle 17.30 alle 19.30. «Siamo molto felici di partecipare come Amministrazione a questo evento che ci consente di aprire un dialogo che speriamo fecondo tra il nostro lago e il Maggiore», ha dichiarato Maria Luisa Gregori, assessore alla Cultura, al Turismo e all’Istruzione del Comune di Gozzano, venerdì scorso alla presentazione in Sala Giunta a Verbania. Sulla stessa lunghezza d’onda la collega verbanese Monica Abbiati: «Siamo contenti di ospitare ancora “Villaggio d’artista” perché concorre alla promozione del nostro teatro (Il Maggiore, ndr) che stiamo cercando di lanciare in tutti i modi come centro motore di iniziative culturali». Ha confermato il sostegno economico la Fondazione Cariplo. «Il contributo da parte nostra – questo il commento di Francesca Zanetta, commissario della Fondazione – dimostra la validità di “Villaggio d’artista”. I bandi sono molto rigorosi». La rassegna parte il 18 giugno alle 22 in piazza Garibaldi con uno spettacolo di teatro di strada del Teatro dei Venti, “Il Draaago”: racconta di una piccola città dove, da più di 400 anni, un terribile drago tormenta gli abitanti. Secondo appuntamento il 23 giugno al Lido di Gozzano alle 20.30 con “La sfera di Hill”, evento de “Il Posto Danza Verticale” in collaborazione con Oceanman Lago d’Orta. Il 25 il villaggio si trasferisce al Maggiore dove la compagnia Silvia Battaglio mette in scena “Orlando. Le primavere”, testo teatrale di Virginia Woolf. Il 28, sempre al Maggiore, arriva Silvia Gribaudi con il corpo di ballo “Non è mai troppo tardi” (alle 19). Alle 21 Gribaudi e Claudia Marsicano si esibiscono in “R.Osa. 10 esercizi per nuovi virtuosismi” (danza contemporanea). Il 29, ancora a Verbania in luogo da definire, “Mattatoio sospeso” propone “Les amants du ciel” (circo poetico contemporaneo). Dal 30 giugno al 2 luglio “Uno sguardo sull’India”, in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal vivo. Nel cortile del Museo del Paesaggio, in via Ruga a Pallanza, dalle 18 del 30 la danzatrice indiana Hema Bharathi Palani si esibisce in “Trikonanga” (20 minuti) e “Yashti” (10). Il 1° luglio, dalle 10 alle 16, al Maggiore masterclass per giovani danzatori e coreografi professionisti a cura dell’Attakkalari centre for movement arts (India). Sempre il 1° luglio dalle 16 al Teatro Nuovo di Cannobio, al Maggiore e Villa Giulia di Verbania viene proclamato il vincitore del premio internazionale “Crossaward”. Si tratta di un premio internazionale assegnato a opere prime che abbinano composizione musicale e azione performativa. Il 1° luglio, alle 22 in piazza Castello a Intra, Dj Set Ghemon e serata danzante. Il 2 l’evento di chiusura al Maggiore alle 21: Bhinna Vinyasa, spettacolo di danza contemporanea dell’Attakkalari centre for movement arts. «Passeremo il testimone ad “Allegro con brio!”, la stagione estiva della Biblioteca civica Ceretti. Una funzione di ponte, tra una manifestazione e l’altra, che ci piace molto», ha concluso l’incontro l’addetta stampa di “Villaggio d’artista”, Anna Maria Riva. Hanno partecipato anche Tommaso Sacchi (curatore Crossaward) e, in collegamento internet, Antonella Cirigliano (direzione LIS Lab Performing Arts). Per informazioni e prenotazioni www.associazione-lis.com. Prevendite anche alla biglietteria online www.ilmaggioreverbania.it, all’Ufficio Relazioni con il pubblico e all’Ufficio Turistico del comune di Verbania.

Mauro Rampinini

Articolo di: martedì, 16 maggio 2017, 9:24 m.
youkata
^ Top