Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 15 dicembre 2017
Articolo di: lunedì, 25 aprile 2011, 12:32 m.

25 aprile, tre Comuni uniti per ricordare tutti i Caduti

Borgomanero, Cureggio e Maggiora ricorderanno insieme il 66° anniversario della Liberazione

Borgomanero/Cureggio/Maggiora - Borgomanero, Cureggio e Maggiora ricorderanno insieme il 25 Aprile, 66° anniversario della Liberazione con una serie di manifestazioni che le rispettive Amministrazioni comunali hanno promosso in collaborazione con la locale sezione “Mora e Gibin” dell’Anpi, con i Gruppi Alpini di Borgomanero e Maggiora e con “Spazioper”, il centro incontro giovanile borgomanerese. Il programma prevede lunedì alle 9,15 il raduno in piazza Cesare Battisti a Cureggio dove dopo la deposizione di una corona di fiori al monumento dei caduti ci sarà il trasferimento in località Bergallo per rendere omaggio al cippo eretto per ricordare quattro giovani partigiani che qui vennero uccisi il 4 novembre 1944: il maggiorese Carluccio Sacchi, Salvatore Narcisi di Cammarata in provincia di Agrigento, il lodigiano Luigi Ceresoli e un altro giovane di origine siciliana di cui nonostante le ricerche fatte si conosce solo il nome di battaglia, “Amore”. Nel 2009 i quattro martiri della Resistenza vennero ricordati proprio a Cureggio con una toccante cerimonia (nella foto di Panizza) alla quale intervennero anche il sindaco di Cammarata Vito Mangiapane e in rappresentanza del sindaco di Lodi l’assessore alla cultura Andrea Ferrari. La manifestazione proseguirà quindi a Maggiora dove alle 10,30 ai partigiani Ceresoli e Narcisi verranno intitolate due vie del paese. Subito dopo nel cortile delle scuole elementari verrà inaugurato il cippo alla Resistenza. Nel pomeriggio alle 17 a Borgomanero nel parco della Resistenza di via Dante interverranno i sindaci di Borgomanero Anna Tinivella, di Cureggio Annalisa Beccaria e di Maggiora Giuseppe Fasola, cui farà seguito l’orazione ufficiale tenuta da Giovanni Antonio Cerutti, già assessore comunale a Borgomanero, ricercatore dell’Istituto storico della Resistenza “Piero Fornara” di Novara e autore di alcuni libri dedicati a personaggi legati alla Lotta di Liberazione.  Alle 17,45 si formerà un corteo che dopo aver percorso i corsi cittadini raggiungerà la Collegiata di San Bartolomeo dove don Riccardo Zaninetti celebrerà una messa in suffragio dei caduti. Le manifestazioni si concluderanno venerdì 29 aprile alle 21 nel salone d’onore di Villa Marazza con la conferenza di Nicola Pasini e Luciano Fasano, docenti di Scienza della Politica all’Università Statale di Milano sul tema “I cambiamenti strutturali dei valori e della politica nella società italiana nei 150 anni di storia nazionale”.

c.p.

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

Articolo di: lunedì, 25 aprile 2011, 12:32 m.
^ Top