Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 13 dicembre 2017
Articolo di: martedì, 10 ottobre 2017, 11:15 m.

65 anni di Avis Borgomanero: ecco com'era la donazione di sangue

Mostra fotografica in occasione dell'anniversario nell'atrio del Municipio

BORGOMANERO -  A conclusione delle celebrazioni del 65° di fondazione della locale sezione dell’Avis, nell’atrio espositivo i Palazzo Tornielli è stata allestita e sarà visitabile gratuitamente sino al 13 ottobre una mostra fotografica che ripercorre, attraverso le immagini, le tappe più significative dei volontari del sangue borgomaneresi che alla fine dello scorso anno erano circa 1400. La sezione venne ufficialmente costituita il 19 ottobre 1951 su iniziativa e per merito di Angelo Ingaramo, scomparso nel 1986 che alla guida di un drappello di volontari si rese subito disponibile a fronteggiare alle richieste di sangue provenienti dall’Ospedale Ss. Trinità e in modo particolare del reparto di chirurgia diretto dal professor Giovanni Cirio. Nel 1955 i donatori erano già diventati 55. Nel 1959 Ingaramo che nel frattempo aveva assunto anche la carica di consigliere provinciale, assieme al professor Gambigliani Zoccoli iniziò ad organizzare le prime raccolte domenicali di sangue a Borgomanero grazie al Centro mobile prelievi con personale del Centro Trasfusionale di Novara. La sezione continuò ad essere presieduta da Ingaramo sino al 1984 quando all’età di 83 anni il “presidentissimo” passò il testimone ad un altro Ingaramo, Dino che rimase in carica sino al 1996, anno in cui passò il testimone a Romolo Cavalli, a cui il 18 febbraio 2002 successe Luigi Platini e dopo di lui Maria Paola Chiantia e Angelo Fioramonti. Alla sezione cittadina fanno capo i gruppi operativi nelle frazioni di Santo Stefano – Vergano, Santa Cristina, Santa Croce e San Marco oltre al Gruppo Alpini donatori di sangue costituito nel 1986. Quella che pubblichiamo è una delle foto “storiche” tratte dall’album  di famiglia dell’Avis e ritrae una delle prime donazioni di sangue  effettuata a Borgomanero a cura dei medici del Centro mobile di Novara.

Carlo Panizza

Articolo di: martedì, 10 ottobre 2017, 11:15 m.
^ Top