Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 29 aprile 2017
Articolo di: mercoledì, 26 dicembre 2012, 11:06 m.

A Ghemme la guerra dei manifesti non si ferma neanche a Natale

Gli ultimi cartelloni, affissi il 24 dicembre, rileggono la leggenda di Robin Hood

GHEMME – A Ghemme la polemica politica tramite manifesti continua anche a Natale. Proprio il 24 dicembre è stato affisso infatti l’ultimo cartellone che attacca l’Amministrazione Comunale della cittadina. A realizzarlo Davide Brusotti,  che ha appena abbandonato la lista di minoranza “Viva Ghemme Viva”, di cui era capogruppo. Nonostante il cambio il bersaglio del consigliere Brusotti, riamane sempre il sindaco Alfredo Corazza, ritratto come sceriffo di Nottingham nell’ultimo manifesto."Ghemme è il paese delle contraddizioni – spiega Brusotti - Abbiamo speso più di 2 milioni di euro per il fotovoltaico e non siamo riusciti a installare le luci natalizie al fine di creare un'atmosfera augurale in un paese sempre più triste ed abbandonato a se stesso. L'anno scorso l'Amministrazione si è fatta carico delle spese per le luci di Natale, quest'anno nulla, solo tasse e aumenti”. Sul cartellone sono elencate tutte le politiche che “non vanno” secondo il consigliere Brusotti: dall’aumento della pressione fiscale ai cambi del servizio scolastica, dalle strade poco pulite all’introduzione dell’abbonamento per la biblioteca. “Sembra che il sindaco si senta davvero uno sceriffo – conclude Davide Brusotti – Visto che ha anche fatto chiudere la pagina di Facebook della biblioteca”.

Lucia Panagini

Articolo di: mercoledì, 26 dicembre 2012, 11:06 m.
youkata
^ Top