Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 17 dicembre 2017
Articolo di: giovedì, 08 settembre 2011, 8:28 p.

Agguato a Corrado Giacomini, gli aggiornamenti

Indagini in corso da parte dei Carabinieri, coordinati dalla Procura di Verbania

ORTA SAN GIULIO - Sembra sia stato al centro di un vero e proprio agguato Corrado Giacomini, il noto imprenditore della zona del Cusio, rimasto coinvolto, nella prima serata di ieri, mercoledì 7 settembre, poco prima delle 20, di un episodio sul quale sono in corso tutti gli accertamenti del caso da parte dei Carabinieri. Un episodio, che, come riportato nel nostro articolo di questa mattina alle 11, ha visto anche sparare alcuni colpi di arma da fuoco in aria. Almeno questo è quanto emerge da una prima ricostruzione dei fatti.

L'imprenditore, 56 anni, titolare dell'omonima azienda conosciuta in tutto il mondo e con sede a San Maurizio d'Opaglio, stava rientrando a casa dal lavoro, dalla ditta, quando una o più persone (secondo gli inquirenti, ad agire certamente più di un individuo) lo hanno atteso all'imbocco della strada che porta alla sua abitazione, una villa ottocentesca vedibile anche da piazza Motta, e hanno cercato di fermarlo, esplodendo qualche colpo d'arma da fuoco in aria. L'imprenditore è riuscito a sfuggire e a imboccare, da via San Quirico, dove si trovava (piccola strada parallela a quella che reca al Sacro Monte di Orta), via Gemelli, la stradina che, dipanandosi dalla prima, porta alla sua abitazione. Si è così rifugiato in casa e ha dato l'allarme alle Forze dell'Ordine.

Sul posto sono immediatamente giunti i Carabinieri del reparto operativo del comando provinciale di Novara e della compagnia di Arona, che sono stati in zona da ieri all'intera giornata di oggi, coordinati dalla Procura di Verbania con il procuratore Giulia Perrotti. Le ipotesi sotto la lente degli inquirenti sono molte e diverse. Nessuna pista viene esclusa, al momento.

Monica Curino

Articolo di: giovedì, 08 settembre 2011, 8:28 p.

Dal Territorio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio
MAGGIORA - Abigaille Zanetta era nata a Suno nel 1875, ma la sua famiglia, il papà Bartolomeo e la mamma Maddalena Marucco,  era originaria di Maggiora. E sempre a Maggiora  iniziò la sua carriera professionale come insegnante presso il locale Asilo Infantile. Attività questa che non l’avrebbe fatta assurgere agli onori della cronaca tanto da essere(...)

continua »

Altre notizie

^ Top