Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 17 dicembre 2017
Articolo di: mercoledì, 22 agosto 2012, 6:06 p.

Agrate Conturbia: in 50 per incontrare i Carabinieri

Prima riunione tra Arma e popolazione. Iniziative analoghe a Comignago e Divignano

AGRATE CONTURBIA – Avere le forze dell’ordine “a portata di mano” piace ad Agrate Conturbia, dove nonostante il periodo estivo e l’orario mattutino, ben 50 persone hanno partecipato nei giorni scorsi all’incontro organizzato dall’Amministrazione con i Carabinieri. L’iniziativa rientra in un più ampio progetto della Compagnia dei Carabinieri di Arona per avvicinare l’Arma ai cittadini. I militari delle varie stazioni saranno a turno nei paesi per incontrare la popolazione e dare utili consigli. Il debutto questa settimana a Comignago, Divignano e Agrate Conturbia. Proprio qui si è registrato il numero record di 50 presenze di cittadini attenti ed interessati. “E’ una bella iniziativa, che già era stata attuata qualche anno fa, e che ha riscontrato un buon successo - sottolinea il sindaco, Angelo Gatti – Il maresciallo Nicola Bucci ha esortato i cittadini a prestare attenzione a movimenti sospetti e di chiamare il 112 in caso di dubbio”. I più preoccupati sono i residenti nelle case sparse. Ad Agrate Conturbia qualche settimana fa c’è stata una rapina in villa e chi vive isolato si sente più esposto. “Devo dire che i Carabinieri sono sempre presenti sul nostro territorio, oggi più che mai – precisa il sindaco – Ma per chi vive fuori paese è stata illustrata una possibilità ulteriore: dotarsi di un antifurto, da collegare a costo zero proprio alla Stazione dei Carabinieri”.

Lucia Panagini

Articolo di: mercoledì, 22 agosto 2012, 6:06 p.

Dal Territorio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio
MAGGIORA - Abigaille Zanetta era nata a Suno nel 1875, ma la sua famiglia, il papà Bartolomeo e la mamma Maddalena Marucco,  era originaria di Maggiora. E sempre a Maggiora  iniziò la sua carriera professionale come insegnante presso il locale Asilo Infantile. Attività questa che non l’avrebbe fatta assurgere agli onori della cronaca tanto da essere(...)

continua »

Altre notizie

^ Top