Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 18 dicembre 2017
Articolo di: venerdì, 24 febbraio 2012, 9:59 m.

Al Nuovo di Borgomanero “La leggenda di Redenta Tiria”

Corrado D’Elia porta in scena la Sardegna, la sua poesia, le sue credenze

BORGOMANERO – E’ in cartellone lunedì 27 febbraio alle ore 21 al Teatro Nuovo “La leggenda di Redenta Tiria” di Salvatore Niffoi, progetto e regia di Corrado d’Elia, anche interprete di questo spettacolo che è, come spiegato nella presentazione, “un viaggio, meraviglioso e inaspettato attraverso le nostre emozioni più intime, più sincere. Un viaggio dal quale torneremo carichi di regali, di entusiasmo, di pensieri, con il cuore gonfio d’amore e gli occhi pieni di immagini”.

Corrado d’Elia attore, regista e direttore del Circuito Teatri Possibili incontra Salvatore Niffoi, tra i più grandi scrittori italiani viventi (premio Campiello 2006). Scopre, si innamora del suo scrivere, della sua poetica, della forza radicata nei suoi componimenti e adotta il suo raccontare di una terra e della sua gente, le storie, le passioni di una Sardegna profondamente magica, cruda e autentica come i suoi meravigliosi contrasti, i suoi limiti e le sue sconfinate possibilità, le profondità turchine del mare, le aspre colline arse dal sole e dal vento impietoso.

La poesia. Ecco il connubio. E la Sardegna. Un’isola densa di storia, tradizioni e credenze, dove tutto è tanto terreno quanto mistico; una terra i cui i profumi si fondono pungenti e deliziosi allo stesso tempo, alla vita, alla morte, al destino. Terra, acqua, sangue, vino e carne, visioni estreme e poetiche. Prende così forma il desiderio e la necessità di Corrado d’Elia di portare in teatro La leggenda di Redenta Tiria, insieme alle canzoni della grande artista sarda Marisa Sannia.

L’ingresso  è a 5 euro, per informazioni Ufficio Cultura del Comune di Borgomanero tel. 0322/837739.

Valentina Sarmenghi

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sulle prossime edizioni del Corriere di Novara in edicola o direttamente online in versione digitale sfogliabile 

Articolo di: venerdì, 24 febbraio 2012, 9:59 m.

Dal Territorio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio
MAGGIORA - Abigaille Zanetta era nata a Suno nel 1875, ma la sua famiglia, il papà Bartolomeo e la mamma Maddalena Marucco,  era originaria di Maggiora. E sempre a Maggiora  iniziò la sua carriera professionale come insegnante presso il locale Asilo Infantile. Attività questa che non l’avrebbe fatta assurgere agli onori della cronaca tanto da essere(...)

continua »

Altre notizie

^ Top