Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 22 gennaio 2018
Articolo di: martedì, 11 ottobre 2011, 5:35 m.

Al via “Cinenarrando” dal 17 ottobre in biblioteca

A Omegna un’opportunità per gli anziani

OMEGNA - Incontri per anziani e non solo. Il cinema e la narrativa animano discussioni aperte su tematiche varie e, a livello europeo, sono lo strumento più utilizzato per affrontare l’argomento “anzianità”. La notizia arriva dai componenti del Centro Maderna che si occupa di documentazione, formazione e ricerche sulla fondazione anziana. L’idea di svolgere incontri aperti ad anziani, senza preclusione di altri adulti più giovani degli “aventi diritto”, per discutere su tematiche di varia natura in un momento conviviale con la proiezione di parti di pellicole scelte ad hoc, giungerà anche a Omegna dal prossimo lunedì 17 ottobre. A ospitare questa rassegna sarà la biblioteca civica, nel parco Rodari. «Sarà un momento di crescita per molti - ha detto Maria Giulia Comazzi, assessore comunale alla Cultura, durante la presentazione dell’evento - In tempi di crisi non si può certo dire che ad Omegna il tema dell’anzianità ne risenta. Le associazioni presenti sul territorio rispondono da anni a questa esigenza, occupandosi dell’anziano attivo prima ancora che il tema dell’invecchiamento popolasse la cronaca quotidiana. Con “Cinenarrando”, questo il titolo della rassegna, la città darà un opportunità in più agli anziani». L’argomento del primo incontro sarà “L’anzianità attiva vista con lo sguardo del cinema”. Gli altri si svolgeranno il 24 ottobre; il 7, 14, 21 e 28 novembre; il 5 e il 12 dicembre, sempre di lunedì.

Luisa Paonessa

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

 

Articolo di: martedì, 11 ottobre 2011, 5:35 m.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top