Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 16 dicembre 2017
Articolo di: mercoledì, 15 giugno 2011, 9:40 p.

Al via la sesta edizione di “Un paese a sei corde”

Per tutta l’estate in compagnia dei maestri della chitarra, scarica il programma completo

SAN MAURIZIO D’OPAGLIO - Sabato 18 giugno alle ore 21 a San Maurizio D’Opaglio, presso il giardino dell’Associazione La Finestra sul Lago in frazione Lagna, prenderà il via la sesta edizione della rassegna tutta dedicata alla chitarra “Un Paese a Sei Corde”. In programma 19 concerti gratuiti in 16 Comuni delle Provincie di Novara e del Verbano Cusio Ossola, con alcuni tra i massimi interpreti mondiali della chitarra acustica, e giovani di grandissimo talento. La rassegna offre anche l'opportunità di visitare alcune tra le più suggestive località tra il basso Novarese e la Val d'Ossola, scoprendo paesi e luoghi dal fascino straordinario dai panorami splendidi.

Sabato si parte con il concerto di una ‘strana coppia’ fomata da un chitarrista classico, Francesco Biraghi, e uno acustico, Dario Fornara, che sul web ha spopolato con un video con più di 15.000 visualizzazioni. Una serata unica nel suo genere per fusioni e commistioni di stili. I due, oltre ad essere dei formidabili musicisti sono dei simpaticissimi intrattenitori: la loro unica esibizione in pubblico (immortalata in Rete) fece solo intravvedere le straordinarie doti di showmen che sfodereranno nel concerto di apertura della rassegna.

Dario Fornara è chitarrista ben conosciuto nel mondo del fingerstyle sia per la sua freschezza interpretativa che per la sua intelligenza compositiva, mentre Francesco Biraghi, oltre che chitarrista classico di eccellenza, è docente al Conservatorio “G.Verdi” di Milano, e coltissimo divulgatore di storia della Musica sulle frequenze di Sky TV.

Il programma prevede brani vecchi e nuovi, alcuni evergreen e vari standard, senza contare incursioni nel classico (Vivaldi) e nel blues: un volo musicale a 360° gradi, dodici corde e quattro mani, per dimostrare che i confini tra le varie ‘chitarre’ sono sovente solo delle fragili etichette.

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì giovedì e sabato

Articolo di: mercoledì, 15 giugno 2011, 9:40 p.
^ Top