Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 22 settembre 2017
Articolo di: venerdì, 29 giugno 2012, 1:28 p.

Alto Novarese protagonista di Itinerari contemporanei

Museo diffuso a Ghemme, Romagnano, Briga, Gozzano, Ameno, Miasino, Pettenasco

E' l'Alto Novarese l'indiscusso protagonista di un itinerario, presentato oggi in Provincia, che unisce le bellezze dei beni storici novaresi all'opera dell'artista galliatese Angelo Bozzola. Dei 9 Comuni coinvolti nel progetto lanciato da Provincia, Atl e Fondazione Angelo Bozzola, ben 7 sono tra Borgomanerese, Cusio e Bassa Sesia. E "di zona" è anche la realizzazione del percorso, curata dall'associazione Asilo Bianco di Ameno. La presentazione dell'itinerario al grande pubblico avverà proprio all'interno di una manifestazione di "Asilo Bianco", intitolata Studi Aperti. “Abbiamo deciso, con gli altri partner, di mettere in rete una serie di luoghi e di siti di assoluto interesse sotto il profilo paesaggistico e architettonico legandoli tra loro da un unico filo culturale rappresentato da un artista di assoluta eccellenza del nostro territorio: Angelo Bozzola” ha spiegato l'assessore alla Cultura della Provincia, Alessandro Canelli, nella presentazione alla stampa di oggi. Ecco quali opere saranno visibili sul territorio dell'Alto Novarese e dove saranno posizionate. Al Ricetto di Ghemme "Funzione concreta", opera in ferro del 1958. A Villa Caccia a Romagnano Sesia "Struttura", opera in acciaio inox del 1980. A Briga Novarese al Municipio "Funzione - Sviluppo di Forma concreta", modulo in acciaio inox con finitura lucida, a San Colombano "Iterazione", opera in ferro verniciato bianco del 1962 con doppia progressione aritmetica e spirale. A Gozzano due opere al Palazzo Ferrari Arcidini, un bassorilievo scomponibile del 1968 formato da 28 elementi in granito Montorfano verde e "Multiplo-Sottomultiplo" del 1959 moduli seriali in ferro liberamente disponibili in sequenza. Ad Ameno nel Parco Neogotico di Palazzo Tornielli "Iterazione" del 1962, struttura con 7 elementi modulari in ferro verniciato bianco. A Miasino a Villa Nigra due opere: "Tavola Segnica" del 1985, opera in acciao inox con riporti in acciaio inox per fusione e "Multiplo-Sottomultiplo" del 1959, moduli seriali in ferro liberamente disponibili in sequenza. Alla casa Medievale di Pettenasco "Struttura" del 1963, doppia progressione modulare ritmica in ferro.

Lucia Panagini

Articolo di: venerdì, 29 giugno 2012, 1:28 p.
youkata
^ Top