Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 20 novembre 2017
Articolo di: venerdì, 18 novembre 2011, 1:17 m.

Ammanchi Tarsu, recuperato “tesoretto”

Frutta circa 500mila euro al Comune di Ghemme l’accertamento di legge sui contribuenti

GHEMME - 100mila euro già in cassa e più di 400mila euro che stanno arrivando tramite le rateizzazione. È il “tesoretto” recuperato tramite i controlli sulla Tarsu dal Comune di Ghemme. L’ammanco parziale degli introiti per la Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani corrispondeva a 650mila euro. Gran parte dei debitori ha quindi deciso di pagare, preferendo dividere a rate la somma dovuta.

Nonostante i controlli stiano volgendo al termine, sull’operazione recupera-crediti del Comune non si placano le polemiche. Di critiche, perplessità, domande sui controlli sulla Tarsu, il sindaco di Ghemme ne ha sentite tante. Talmente tante da rispondere con una lettera ai ghemmesi, strutturata in un ipotetico botta e risposta con un cittadino arrabbiato. «È il nostro modo per rivendicare la correttezza delle verifiche fatte», spiega il sindaco Alfredo Corazza, commentando la missiva inviata nelle case delle 1.600 famiglie di Ghemme.

Nella lettera si ribadisce che è stato necessario avviare la macchina del recupero crediti per legge, perché non erano state mai fatte verifiche in precedenza e perché non era più possibile iscrivere a bilancio soldi che nella realtà non vi entravano. Inoltre, viene spiegato nel dettaglio che il denaro recuperato servirà a pagare i costi di raccolta e smaltimento rifiuti. A disposizione di chi ancora non avesse provveduto rimane inoltre l’Ufficio Tributi del Comune, che può dare conti o informazioni personalizzate.

Luisa Paonessa

Articolo di: venerdì, 18 novembre 2011, 1:17 m.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top