Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 23 gennaio 2018
Articolo di: sabato, 02 aprile 2011, 5:35 p.

Ancora un arresto per stalking

I carabinieri di Borgomanero salvano una ragazza da tempo perseguitata dal suo ex

BORGOMANERO - Ancora brutte storie di “stalking”, ovvero “atti persecutori”, che ovviamente non risparmiano i centri della provincia. E quelli denunciati pare proprio siano solo una piccola percentuale. Resta alta l’attenzione delle Forze dell’ordine e delle istituzioni, tanto che in diverse riunioni, coordinate dalla Procura della  Repubblica, tutti gli operatori del settore (anche in campo sociale) sono stati adeguatamente sensibilizzati «all’adozione di un “protocollo operativo” che permetta alle vittime che denunciano di essere assistite nel modo più concreto ed efficace». L’ultimo episodio tocca Borgomanero, dove un albanese, D.B. le sue iniziali, di 24 anni, è stato arrestato dai Carabinieri della Tenenza appunto per stalking nei confronti della sua ex fidanzata ventenne. Il giovane era stato lasciato dalla ragazza circa un anno fa, a quanto pare a causa del suo comportamento geloso e particolarmente ossessivo. Per la vittima, spiegano gli inquirenti, da quel momento ha avuto inizio «un’odissea di soprusi, vessazioni, intimidazioni e violenze da parte dell’uomo, incapace di accettare la fine del rapporto». L’albanese avrebbe tempestato l’ex fidanzata con centinaia di sms ad ogni ora del giorno e della notte, nonostante la ragazza cambiasse più volte il numero di cellulare; la seguiva negli spostamenti serali, arrivando a minacciare sia lei che gli eventuali accompagnatori. Sarebbe giunto persino ad aggredirla in diverse occasioni, anche alla presenza di familiari ed amici. Vani tutti i tentativi di fare desistere il persecutore dai suoi comportamenti, tanto che la vittima, ormai esasperata dall’insostenibile situazione, in occasione dell’ultima aggressione ha deciso alla fine di chiedere aiuto ai Carabinieri di Borgomanero. L’intervento dei militari è stato provvidenziale e tempestivo: il giovane è stato sorpreso ed arrestato mentre picchiava un amico della ragazza, la cui unica colpa era stata quella di averla riaccompagnata a casa. L’albanese è ora in carcere a Novara, a disposizione della magistratura.

p.v.

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

Articolo di: sabato, 02 aprile 2011, 5:35 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top