Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 20 gennaio 2018
Articolo di: sabato, 07 aprile 2012, 9:45 p.

Aperto il bando per il diritto allo studio

Dal 6 aprile i Comuni raccolgono le domande

In tutti i Comuni piemontesi è aperta la raccolta della domande per i contributi per il diritto allo studio. Si può fare richiesta per:

- libri di testo per il prossimo anno scolastico per gli alunni di scuole secondarie e corsi di formazione finalizzati all’assolvimento dell’obbligo scolastico: ISEE non superiore a € 10.632,94

- borse di studio per gli alunni di scuole Primarie - Secondarie di 1° e 2° grado - Corsi di formazione professionale finalizzati all’assolvimento dell’obbligo scolastico-conseguimento qualifica triennale: ISEE non superiore a € 10.632,94;  

- assegno di studio per iscrizione e frequenza al corrente anno scolastico per alunni di scuole Primarie e Secondarie di 1° e 2° grado – Corsi di formazione professionale finalizzati all’assolvimento dell’obbligo scolastico-conseguimento qualifica triennale: ISEE non superiore a € 40.000,00;

- assegno di studio per libri di testo, attività integrative e trasporti per l’anno scolastico in corso per alunni di scuole Primarie e Secondarie di 1° e 2° grado – Corsi di formazione professionale finalizzati all’assolvimento dell’obbligo scolastico-conseguimento qualifica triennale: ISEE non superiore a € 40.000,00


Il Modulo per la richiesta di contributi è reperibile presso l’Ufficio Istruzione o è scaricabile dal sito: www.regione.piemonte.it/istruz/dirstu/sostenibile.htm
La Regione Piemonte ha stabilito che il pagamento del contributo relativo all’assegno di studio regionale sarà liquidato esclusivamente con bonifico sul conto corrente bancario e/o postale del richiedente. E’ pertanto indispensabile allegare fotocopia del Codice Iban. Le domande si raccolgono dal 6 aprile al 31 maggio presso i Comuni di riferimento o i Caf convenzionati (informazioni presso i Comuni).

Lucia Panagini

Articolo di: sabato, 07 aprile 2012, 9:45 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top