Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 14 dicembre 2017
Articolo di: venerdì, 12 ottobre 2012, 3:04 p.

Borgomanero, a Pediatria un ospedale dai 1000 colori

Le pareti degli ambulatori sono stati decorati con i personaggi delle fiabe

BORGOMANERO – Pinocchio, Biancaneve, Bambi e Peter Pan. Da oggi non manca proprio nessuno dei personaggi più amati delle fiabe sulle pareti della Pediatria dell’Ospedale Santissima Trinità di Borgomanero. Il progetto “Coloriamo la Pediatria” è stato presentato stamattina presso la sede dell’Asl a Borgomanero. Orgogliosa la dottoressa Arabella Fontana, direttore sanitario dell’Asl Novara: “Tempo fa ci eravamo chiesti: non sarebbe bello trasformare le pareti della Pediatria dell’Ospedale di Borgomanero in un ambiente magico e fantastico? Oggi tutto ciò è realtà grazie al talento e alla creatività del Soroptimist Alto Novarese che ha condiviso il progetto dell’ASL NO di Novara per migliorare il confort e l’accoglienza in ospedale dei bambini e delle loro famiglie, associando alla personalizzazione delle cure l’umanizzazione dell’ambiente”. La decorazione delle sale d’attesa dei nuovi ambulatori pediatrici ospedalieri è stata appena terminata e l’inaugurazione ufficiale avverrà verso la fine dall’anno. Sulle pareti si susseguono i personaggi delle favole classiche, mentre all’ingresso del reparto è stata posta una grande tela raffigurante la maternità. “Le opere sono state realizzate dalla nostra socia la “Visual design” Dott. ssa Anna Zonca – ha spiegato la Presidente del Soroptmist Alto Novarese, Enrica Resini - grazie al ricavato dello spettacolo teatrale “Noi.. e le altre” con la attrice Bruna Vero ed io stessa, manifestazione che il nostro club ha organizzato tempo fa.” Così Anna Zonca ha presentato il suo lavoro: “L’obbiettivo del nostro lavoro è stato quello di rendere più dolce e tranquilla l’attesa dei bimbi e dei loro genitori. La raffigurazione presenta elementi naturalistici che disegnano il ciclo delle stagioni e della natura in un ambiente scenografico che dilata gli spazi dando il senso di maggior ampiezza e profondità all’intera sala”. E come soggetti ci sono i protagonisti delle favole, disegnati dalle giovani Marta Cascioli e Sara Ruggeri, artiste già di buon livello. Il tema della maternità, invece, è stato un omaggio a tutte le donne: il Soroptimist è infatti un club solo al femminile che si prefigge proprio di aiutare le donne in ogni aspetto della vita. Piacevolmente sorpreso dal risultato il dottor Giorgio Stival, direttore della Pediatria Neonatologia dell’Ospedale agognino che ha sottolineato: ”Il reparto si colora per rendere la permanenza dei piccoli pazienti più piacevole e meno traumatica, aiutandoli a migliorare l’accettazione della visita o del ricovero in reparto, distogliendoli dal dolore e dal pensiero della malattia e diminuendo in loro la paura verso le apparecchiature medico – diagnostiche. Un vera e propria terapia.” Infine, il direttore generale Dottor Emilio Iodice si è augurato che il regalo fatto dal Soroptimist dell’Alto Novarese, nato nel 2006 e che conta ora una quarantina di iscritti, possa essere l’inizio di “una fattiva collaborazione con il club e con tutte le altre associazioni che vogliano essere vicini all’Ospedale e all’ASL.”

Lucia Panagini

Articolo di: venerdì, 12 ottobre 2012, 3:04 p.
^ Top