Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 21 agosto 2017
Articolo di: domenica, 27 gennaio 2013, 10:27 m.

Borgomanero, abitanti di Piovino pronti ad occupare Palazzo Tornielli

Chiedono sicurezza per la strada che attraverso la frazione. Se ne parlerà in Consiglio Comunale

BORGOMANERO - Sono sul piede di guerra gli abitanti di Piovino, località situata nella fascia collinare borgomanerese, passaggio obbligato per chi, arrivando dalla frazione di Vergano, vuole raggiungere Gargallo. Alcuni di loro sarebbero addirittura intenzionati ad occupare simbolicamente Palazzo Tornielli, sede del Municipio in occasione della prossima seduta del Consiglio comunale in programma lunedì 28 gennaio alle 20.45. Tra i punti all’ordine del giorno c’è una mozione presentata da Massimo Fontaneto, capogruppo del “Movimento Cinque Stelle” per sollecitare “interventi per la tutela della sicurezza dei cittadini residenti a Piovino”. «Perché  ci occupiamo di Piovino –  dice Fontaneto – è subito spiegato. Semplicemente perché è l’emblema del modo di fare politica in Italia. In questo piccolo borgo, neppure frazione, prima delle elezioni sono transitati vari candidati a caccia di preferenze che, fingendosi molto interessati ai problemi dei residenti, chiedevano, s’informavano e naturalmente alla fine promettevano, ammiccando soluzioni definitive in tempi  rapidi. In fin dei conti cosa chiedono da anni i “piovinesi”? Solo un po’ di sicurezza sulla strada che attraversa l’abitato (Strada provinciale n. 85, ndr), magari con l’installazione di qualche dosso artificiale per fare rallentare le macchine che passano a tutta velocità, la segnaletica verticale e orizzontale e un impianto di illuminazione decente che sostituisca quello esistente che risale agli anni ’50. Nonostante siano problemi piccolissimi, da anni appena finite le elezioni ripiombano nel dimenticatoio con le solite frasi di rito: la strada è provinciale, la segnaletica non è compito nostro, ...eccetera, eccetera». 

Carlo Panizza

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara di sabato 26 gennaio in edicola o direttamente online in versione digitale sfogliabile.

Articolo di: domenica, 27 gennaio 2013, 10:27 m.
youkata
^ Top