Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 27 aprile 2017
Articolo di: mercoledì, 06 febbraio 2013, 11:40 m.

Borgomanero dice no alle ricerche di petrolio

A sostegno una relazione della Provincia sul progetto per le trivellazioni

BORGOMANERO – Un territorio troppo “fragile” per sopportare le trivellazioni petrolifere: è quanto emergerebbe dalla relazione della Provincia di Novara sul progetto di ricerca di idrocarburi nella zona delle colline novaresi. Un parere tecnico richiesto dal Comune di Borgomanero e che ha convinto ancora di più l’Amministrazione agognina a dire no ai pozzi esplorativi sul suo territorio. A renderlo noto è un comunicato del Comune di Borgomanero che ribadisce la sua contrarietà a questa ipotesi. Il progetto, distinto da quello ora al vaglio della Regione per Carpignano, è stato proposto dalla società inglese Northern Petroleum e prevede una prospezione geofisica in un’area di 35 chilometri quadrati tra Barengo, Borgomanero, Cavaglietto, Cavaglio d’Agogna, Cressa, Cureggio, Fontaneto d’Agogna, Suno e Vaprio d’Agogna. “Riteniamo che l’iter progettuale sia un pesante rischio per l’ambiente” ribadisce la Giunta Comunale. Un’area di recente inserita nel programma Mab dell’Unesco, che vorrebbe ridurre la perdita di biodiversità. A supporto proprio la relazione richiesta al settore ambiente della Provincia e consegnata in sede di Conferenza dei Servizi 20 giorni fa. Così si legge nel documento: “L’area indagata in virtù della sua peculiarità e fragilità territoriale potrebbe non ritenersi idonea a un intervento di perforazione esplorativa, ancorché di una perforazione produttiva”. Un documento a cui la Giunta borgomanerese ha risposto domandando di conoscere “in modo trasparente come si svolgerà ogni singola fase in futuro e a quali rischi si andrà effettivamente incontro”.

Lucia Panagini

Articolo di: mercoledì, 06 febbraio 2013, 11:40 m.
youkata
^ Top