Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 22 settembre 2017
Articolo di: mercoledì, 21 novembre 2012, 12:57 p.

Borgomanero, licenza sospesa a Spazio Per e la decisione diventa un caso

Botta e risposta tra Comune e cooperativa Vedogiovane sulla gestione dell'area

BORGOMANERO – Sta suscitando molte reazioni la decisione di sospendere le licenze a Spazio Per, il locale situato nel Parco della Resistenza di Borgomanero. A emettere il provvedimento, su richiesta della Compagnia Carabinieri di Arona, è stato ieri il questore di Novara, Giovanni Sarlo. In queste ultime settimane, nei dintorni del locale e al suo interno, i militari dell'Arma avevano arrestato una persona per spaccio di sostanze stupefacenti e avevano identificato molti soggetti assuntori di droga e già conosciuti dalle Forze dell’Ordine per reati come rissa, furto e droga. Da qui il provvedimento amministrativo, per cui Spazio Per dovrà restare chiuso per 20 giorni. Una decisione che potrebbe forse anticipare i tempi di chiusura definitivi per il bar. Il Comune, proprietario dell'immobile dove ha sede il locale, aveva infatti prorogato la convenzione con il gestore solo fino al 31 gennaio.

Il bar è molto conosciuto a Borgomanero, anche perchè in quello spazio si erano svolti interventi educativi ed di animazione da parte della cooperativa Vedogiovane. Al proposito la cooperativa precisa quanto segue: "Che il decreto di chiusura non è intestato a Vedogiovane, ma alla società di gestione; che non c'erano più oneri da parte del Comune per il riconoscimento del lavoro animativo che Vedogiovane aveva svolto ininterrottamente dal 1 maggio 2002; che la gestione del bar da ormai quasi tre anni (dal 1 gennaio 2010) è affidata ad una società autonoma, a cui Vedogiovane ha ceduto il "ramo d'azienda bar", con regolare contratto che esonera da responsabilità e che pertanto la specifica questione non investe Vedogiovane". Tuttavia la cooperativa vuole fare chiarezza sulla situazione attuale di Spazio Per: "In questi anni abbiamo sempre  rispettato tutte le scelte che l'Amministrazione ha compiuto rispetto al progetto Spazio Per - si legge in un comunicato della cooperativa - Non abbiamo mai alimentato polemiche, ma abbiamo sempre fatto presente i rischi che comporta un disinvestimento animativo/educativo al Parco della Resistenza, limitando il tutto alla sola gestione di bar ed impianti sportivi, vista anche la difficile sostenibilità economica". Proprio per questo Vedogiovane ha annunciato che a breve incontrerà la stampa per illustrare risultati e criticità del progetto, dando conto della situazione attuale.

A stretto giro di posta arrivano i commenti del Comune di Borgomanero, con una dichiarazione del sindaco Anna Tinivella. ‹‹La Cooperativa ‘Vedogiovane’, sino a ventun giorni orsono - si legge nel comunicato - aveva in corso una convenzione con il Comune di Borgomanero per la somma di 25 mila euro all’anno, finalizzata a realizzare interventi educativi/animativi per i giovani nella sede di Spazioper al Parco della Resistenza. Le ripetutesegnalazioni relative ai fatti che hanno portato alla chiusura del bar risalgono almeno all’inizio della scorsa estate e hanno avuto come conseguenza un’intensa attività investigativa delle Forze dell’Ordine. Gli Uffici del Comune sono peraltro ancora in attesa della rendicontazione economica dell’attività svolta dalla Cooperativa durante il 2011 e della relazione inerente agli interventi educativi/animativi che la stessa era tenuta a svolgere anche nei mesi di proroga, cioè fino al 31 ottobre 2012". Conclude il Sindaco: ‹‹Il Comune di Borgomanero non ha mai alimentato polemiche di sorta nei confronti di Vedogiovane cui ha confermato la fiducia, nonostante le difficoltà economiche dettate dalla spending review››.

Nella foto: uno scorcio del Parco della Resistenza

Redazione online


Articolo di: mercoledì, 21 novembre 2012, 12:57 p.
youkata
^ Top