Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 27 maggio 2017
Articolo di: giovedì, 22 novembre 2012, 8:46 m.

Borgomanero, niente aumento alle aliquote Imu

Ma fa discutere il caso dei terreni agricoli diventati edificabili

BORGOMANERO - Non ci saranno per il 2012 aumenti delle aliquote sull’Imu, l’imposta municipale propria. Lo ha stabilito la Giunta che ha in pratica confermato le aliquote che erano stati fissate nella seduta del 29 giugno dal Consiglio comunale: aliquota base 0,76%; aliquota per abitazione principale e relative pertinenze 0,40%; aliquota fabbricati rurali ad uso strumentale 0,20%. Confermato anche l’ammontare delle detrazioni: per l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale la detrazione spettante è di 200 euro con maggiorazione di 50 euro per ciascun figlio di età non superiore a ventisei anni purché dimorante abitualmente e residente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale. Il massimo di detraibilità in questo caso non potrà comunque superare l’importo complessivo di 400 euro da intendersi in aggiunta alla detrazione base di 200 euro. Di Imu si tornerà comunque a parlare lunedì 26 novembre quando il Consiglio comunale tornerà a riunirsi alle 20.45 non solo per l’approvazione dell’assestamento del Bilancio ma anche per discutere e votare una mozione presentata proprio sull’Imu dai consiglieri Pierluigi Pastore e Gianni Barcellini. I due esponenti del gruppo “Insieme per Borgomanero” chiederanno che il sindaco e la Giunta dispongano l’immediato annullamento delle oltre tremila raccomandate che altrettanti cittadini borgomaneresi proprietari terrieri hanno ricevuto nelle scorse settimane e nelle quali viene comunicato che il terreno di loro proprietà, reso edificabile a seguito delle recente approvazione del Piano regolatore, è soggetto al pagamento dell’Imu. “Da giorni – scrivono Barcellini e Pastore – gli uffici comunali sono presi d’assalto da persone che chiedono chiarimenti su una raccomandata i cui contenuti sono del tutto generici e non circostanziati. Questo è il risultato di un Prg il cui scopo principale è far cassa e non la gestione organica dello sviluppo del territorio”. Per i firmatari della mozione la raccomandata è illegittima in quanto in pieno contrasto con la normativa vigente che prevede che “i Comuni, quando attribuiscono ad un terreno la natura di area edificabile, ne danno conoscenza al proprietario a mezzo di servizio postale con modalità idonea a garantire l’effettiva comunicazione da parte del contribuente. La lettera – sostengono i firmatari della mozione – è stata inoltre inviata indiscriminatamente a tutti coloro che hanno un lotto di terreno reso edificabile senza tener conto della tipologia del terreno stesso che, in molti casi, essendo una pertinenza del fabbricato principale perché destinato a cortile, parcheggio, orto, giardino o a strada d’accesso non è soggetto al pagamento dell’Imu”. Sindaco e Giunta difendono però l’operato degli uffici comunali. «Le lettere sono state inviate con un testo generico – dice l’assessore al Bilancio Ignazio Stefano Zanetta –perché se avessimo dovuto controllare tutte le singole posizioni avremmo sostenuto una spesa di gran lunga maggiore». «L’applicazione dell’Imu sulle nuove aree edificabili – taglia corto l’assessore all’Urbanistica Pierfranco Mirizio – è prevista dalla legge Bersani».

Carlo Panizza

Articolo di: giovedì, 22 novembre 2012, 8:46 m.
youkata
^ Top