Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 16 dicembre 2017
Articolo di: martedì, 24 luglio 2012, 11:30 m.

Borgomanero: presentata la "Notte bianca dell'agricoltura"

Per l'Amministrazione è un modo per dare visibilità ad un comparto importante per il territorio

BORGOMANERO - Dopo la “lunga notte dei saldi” di sabato 7 luglio che aveva richiamato migliaia di visitatori nel centro storico, ecco arrivare la “notte bianca dell’agricoltura” pdi Santo Stefano con il contributo dell’Assessorato al commercio e al turismo e della Pro Loco, viene promossa dall’Agia (Associazione giovani imprenditori agricoli delle provincie di Novara, Vercelli e Vco) di cui è presidente la borgomanerese Elena Zanetta e dalla Cia (Confederazione italiana agricoltori). La presentazione dell’iniziativa ha avuto luogo lunedì pomeriggio nell’aula consigliare di Palazzo Tornielli alla presenza del Sindaco Anna Tinivella e dell’Assessore al commercio e al turismo Filippo Mora. Quest’ultimo nel suo intervento ha sottolineato l’importanza della manifestazione “finalizzata – ha evidenziato – a dare visibilità ad un comparto economico importante per il nostro territorio”. Sulla stessa lunghezza d’onda il Sindaco che ha messo in luce il fatto che l’iniziativa coinvolga tante realtà locali e soprattutto molti giovani. “L’idea da me proposta – ha spiegato Elena Zanetta, imprenditrice, titolare dell’azienda vinicola “Madona d’luva” – è quella di dare opportunità ai giovani imprenditori di presentare al pubblico le proprie attività e i risultati del proprio lavoro e dimostrare che l’agricoltura è vita e vitale e ci sono tanti giovani che vi si dedicano con passione e capacità”. Il programma è molto articolato e prevede il via alle 16 in via Franzi dove verrà allestita un’ esposizione- mercato di prodotti provenienti da prestigiose aziende agricole operanti nel novarese, nel vercellese e nel Verbano Cusio Ossola. Dalle 16 alle 18 presso il campo sportivo di Santo Stefano verranno allestiti alcuni laboratori agricoli per insegnare ai più piccoli a “sporcarsi le mani” e a conoscere i “mestieri di una volta”. Alle 18,30 aperitivo agricolo per tutti preso la struttura permanente di San Bernardo dove alle 20 è in programma una cena (25 euro il costo, bevande incluse) il cui ricavato verrà devoluto a favore dell’Associazione “Pro Zambia” costituita nel 1987 a Santo Stefano e alla popolazione terremotata dell’Emilia. Alla rassegna sarà presente anche uno stand per la vendita diretta del parmigiano reggiano prodotto nelle zone colpite dal sisma. La lunga notte bianca dell’agricoltura si concluderà con uno spettacolo musicale in compagnia del gruppo “Deviazioni spappolate”. Per prenotarsi alla cena benefica telefonare ai numeri 342-7429256; 340-5740828; 349-4335048.

Carlo Panizza

Articolo di: martedì, 24 luglio 2012, 11:30 m.
^ Top