Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 19 novembre 2017
Articolo di: sabato, 16 giugno 2012, 12:00 m.

Borgomanero: raddoppia l’Irpef

Predisposto il bilancio comunale: Imu a tariffa base, Tarsu +3%

BORGOMANERO – L’amministrazione comunale non aumenterà le aliquote dell’Imu (Imposta sugli immobili) che restano fissate allo 0,4% per la prima abitazione e allo 0,76% per tutti gli altri immobili. Ma per far quadrare i conti è previsto il raddoppio dell’addizionale Irpef che passerà dall’attuale 0,4 allo 0,8%. Lo ha deciso la nuova Giunta Comunale che supportata di competenti uffici del Comune ha predisposto a tempo record il Bilancio di previsione 2012 che entro fine mese (probabilmente venerdì 29 giugno) dovrà essere discusso e approvato dal Consiglio Comunale. 

“Anche quest’anno – sottolinea il neo Assessore al Bilancio Ignazio Stefano Zanetta – la redazione del bilancio comunale si colloca in un momento di difficile ripresa del nostro Paese che si riflette sulla finanza locale e sui bilancio dei Comuni. L’introduzione dell’Imposta municipale propria e la riduzione di trasferimento dello Stato a titolo di fondo sperimentale di riequilibrio, unitamente ai tagli già previsti, quali la cessazione dell’applicazione dell’addizionale comunale sull’energia elettrica, l’applicazione della riduzione di risorse per i Comuni interessati da elezioni per il rinnovo dei Consigli comunali hanno prodotto significativi effetti finanziari negativi sul bilancio dl nostro Comune con un taglio di risorse superiori al milione di euro. Il pareggio del bilancio – spiega ancora Zanetta – si è ottenuto con il contenimento delle spese correnti, con l’innalzamento dell’aliquota dell’addizionale Irpef e con parte dei proventi derivanti dalla vendita della Metano Borgomanero Spa”. 

Aumenta quindi, anzi raddoppia, l’addizionale Irpef. “Contestualmente però – dice l’assessore al Bilancio – è stata incrementata la soglia di esenzione per l’addizionale che passa da 10.000 a 12.000 euro di reddito. Conseguentemente gli esenti passeranno da 4238 a 4965 con un incremento di 727 persone, di cui 384 pensionati e 244 lavoratori dipendenti”. Aumenti in vista anche per la tassa dei rifiuti solidi urbani che verrà ritoccata al rialzo nella misura del 3% “per consentire di mantenere la percentuale di copertura della spesa vicina al cento per cento”. Continuerà anche nel 2012 la lotta all’evasione fiscale che negli anni passati aveva consentito di recuperare tasse non pagate soprattutto quelle riguardanti in particolar modo la tassa sui rifiuti.  

Per quanto riguarda la spesa, la parte “corrente” verrà alimentata in parte dai proventi, stimati in ottocentomila euro, derivanti dall’introito degli oneri di urbanizzazione. Sono stati inoltre previsti importanti tagli in tutti i settori “con la speranza che un quadro economico migliore consenta il parziale ripristino di parte di essi, soprattutto nel campo socio assistenziale”. Per quanto riguarda invece gli “investimenti” nel 2012 si spenderanno 4.754.000 euro che verranno utilizzati per la bonifica della zona della “Beatrice” dove dovrebbe sorgere l’area industriale, per l’adeguamento alla normativa vigente delle strutture scolastiche e degli impianti sportivi, per il miglioramento della viabilità e per il completamento dei lavori di ristrutturazione di Villa Marazza.

Carlo Panizza

Articolo di: sabato, 16 giugno 2012, 10:48 m.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top