Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 22 novembre 2017
Articolo di: domenica, 24 aprile 2011, 12:00 m.

Borgomanero: sconto del 50% sugli oneri per chi ristruttura nei centri storici

Delibera della giunta comunale dà seguito a una variante al Prg di due anni fa

BORGOMANERO - Sarà conveniente per i borgomaneresi ristrutturare un immobile nel centro storico. La Giunta Comunale ha infatti stabilito nei giorni scorsi che coloro che nei prossimi mesi presenteranno una richiesta per avviare interventi di restauro di un immobile ubicato non solo nel centro storico cittadino ma anche nei centri storici delle frazioni potranno beneficiare di uno “sconto” del 50% sul cosiddetto “contributo di costruzione” che comprende anche gli oneri di urbanizzazione.

«Nel novembre di due anni fa – spiega l’assessore all’urbanistica Pierfranco Mirizio – il Consiglio comunale aveva approvato una variante strutturale del piano regolatore dedicata proprio al recupero dei centri storici. La delibera recepiva le indicazioni fornite dalla Regione finalizzate alla conservazione dei fabbricati mediante tecniche costruttive e materiali d’opera specifici atti alla tutela ambientale, paesaggistica ed architettonica. Con questa nuova delibera - prosegue Mirizio - abbiamo voluto specificare che le agevolazioni non riguarderanno solo gli immobili abitativi ma anche quelli adibiti ad attività commerciali, artigianali e industriali. Il nostro obiettivo principale è sicuramente quello della riqualificazione di tutti i centri storici. Ma è anche quello di dare una mano all’economia locale attraverso il rilancio di un settore, come quello dell’edilizia che purtroppo sta ancora oggi risentendo della crisi che non ha risparmiato il nostro territorio».

Difficile calcolare quanti siano gli edifici che potranno beneficiare di queste agevolazioni. È sufficiente però fare un giro nelle vie laterali del centro cittadino, quelle che tanto per intenderci si collegano con i quattro corsi principali per notare la presenza di fabbricati fatiscenti diversi dei quali, in condizioni veramente precarie, sono occupati per lo più da extracomunitari. Analoga la situazione anche nelle frazioni, soprattutto a Santo Stefano, Santa Cristina e Santa Croce dove diversi immobili  sono disabitati da tempo perché per i proprietari la ristrutturazione sarebbe troppo onerosa.

 “Per cercare di sbloccare questa situazione l’amministrazione comunale ha offerto il suo aiuto che – assicura l’Assessore Mirizio – si tradurrà anche in una disponibilità da parte dei nostri uffici ad esaminare con attenzione e con puntualità le richieste di ristrutturazione che mi auguro arriveranno numerose nei prossimi mesi”.

Nelle foto, di Panizza, l’assessore all’urbanistica Pierfranco Mirizio e uno dei tanti edifici fatiscenti del centro storico, abbandonato da tempo e diventato luogo prediletto da gatti e topi.

Carlo Panizza

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

Articolo di: sabato, 23 aprile 2011, 10:39 m.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top