Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 14 dicembre 2017
Articolo di: sabato, 28 luglio 2012, 4:05 p.

Borgomanero: ultimo sforzo per "La Cà de tucci"

Via i ponteggi alla Collegiata, mancano ancora 17 mila euro per completare la colletta

BORGOMANERO - Rush finale per l'operazione “La cà da tucci” (la casa di tutti) avviata qualche mese fa dalla Parrocchia di Borgomanero con l'intento di raccogliere i fondi necessari (centomila euro) per il restauro delle facciate della Collegiata di San Bartolomeo. L'invito, rivolto alla comunità locale dal Prevosto don Piero Cerutti, è stato raccolto da enti, associazioni e privati cittadini. Fino a questo momento sono stati raccolti oltre ottantamila euro. Al raggiungimento dell'obiettivo giovedì mancavano “solo” 17.644 euro. Chi fosse interessato a sostenere il progetto, recita una nota della Parrocchia, lo può fare utilizzando le buste per la raccolta fondi distribuite nelle chiese cittadine oppure facendo riferimento alla casa parrocchiale in via Felice Piana o alla libreria “Terzo millennio”. Il restauro affidato ad un esperto, Claudio Valazza di Boca, sta procedendo celermente. I lavori sulla facciata laterale, quella rivolta su corso Cavour sono praticamente finiti e l'impresa appaltatrice dell'opera la borgomanerese “Gattone geom. Germano & C.” sta procedendo in questi giorni a smantellare il ponteggio (nella foto di Panizza). L'intervento coordinato dal progettista-direttore dei lavori architetto Giorgio Ingaramo andrà ora ad interessare la facciata principale che dà su piazza Martiri da dove un anno fa alcune parti dell'intonaco si erano staccate e, per puro caso, non avevano colpito un gruppo di persone in transito.

Carlo Panizza

Articolo di: sabato, 28 luglio 2012, 4:05 p.
^ Top