Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 16 dicembre 2017
Articolo di: martedì, 15 maggio 2012, 10:12 p.

Caso Giacomini: indagato il sottosegretario alla Giustizia

Andrea Zoppini si è dimesso dall'incarico martedì nel pomeriggio

ROMA - La notizia è arrivata nella prima serata di oggi, martedì 15 maggio, e vede in qualche modo ampliarsi la vicenda relativa agli arresti di Corrado ed Elena Giacomini, che giunge a toccare lo stesso Governo Monti.

Il sottosegratario alla Giustizia, Andrea Zoppini, infatti, si è dimesso dal suo incarico di governo. E' indagato dalla Procura di Verbania sembrerebbe in relazione alle vicende degli imprenditori della rubinetteria di S. Maurizio d'Opaglio.

"Sono stato raggiunto - spiega Zoppini nella nota del ministero - da un'informazione di garanzia con riguardo a vicende delle quali mi sono occupato professionalmente alcuni anni fa. Ho piena fiducia nell'operato della magistratura e ritengo di poter chiarire ogni aspetto che mi riguarda. Ritengo però che la situazione che si è creata sia oggettivamente incompatibile con la funzione di sottosegretario al ministero della Giustizia. Per non pregiudicare, quindi, l'azione del Governo e del ministro della Giustizia, che ringrazio per la fiducia che mi hanno voluto accordare, ritengo necessario - conclude l'ormai ex sottosegretario - rassegnare le mie dimissioni". L'azienda in questione sarebbe la Giacomini, di cui Zoppini sarebbe stato consulente.

"L'accusa nei confronti dell'ormai ex sottosegretario - riporta l'Ansa - riguarda la sua attività di avvocato, precedente alla nomina al ministero; concorso in frode fiscale e dichiarazione fraudolenta. Secondo l'ipotesi dei magistrati, attraverso la sua attività di consulenza, Zoppini avrebbe aiutato i titolari della Giacomini a realizzare una frode fiscale internazionale"

All'iscrizione nel registro degli indagati dell'ex sottosegretario si sarebbe arrivati, esaminando, riporta ancora l'Ansa, "documenti extracontabili trovati nel corso di una verifica fiscale nella sede della società a San Maurizio d'Opaglio".

Monica Curino

Articolo di: martedì, 15 maggio 2012, 10:12 p.
^ Top