Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 23 gennaio 2018
Articolo di: giovedì, 07 febbraio 2013, 8:34 p.

Cena “Buono, pulito e giusto” a Romagnano Sesia per conoscere Libera

L’appuntamento è per venerdì 15 febbraio

ROMAGNANO SESIA – Libera Novara, il ristorante “Alla Torre” di Romagnano Sesia, nel Novarese, insieme a Slow Food Vercelli e Slow Food Novara organizzano per venerdì 15 febbraio una degustazione dal titolo “Buono, pulito e giusto”.
Si tratta di una serata che si terrà dalle 20 nei locali del ristorante in via I Maggio 75. Durante la serata sarà possibile degustare i prodotti di Libera Terra, coltivati sui beni confiscati alle mafie, conoscerne la provenienza e la storia, affrontare la questione del riutilizzo sociale dei beni confiscati e sequestrati.
Lucia Guglielmetti, titolare del ristorante descrive il senso della serata. “Siamo prima di tutto appassionati di cibo e vino e pensiamo che ristorazione voglia dire sì cibo, ma anche accoglienza, disponibilità, amicizia e perché no anche libertà di poter scegliere. Andare al ristorante non solo per mangiare e per sfamarsi, ma per emozionarsi e l’emozione a volte scaturisce da cibi semplicemente semplici. E’ il nostro credo”.“Si tratta di una serata importante per Libera e per la nostra comunità – ha commentato Domenico Rossi, referente di Libera provinciale – Non capita tutti i giorni di ricevere proposte dagli imprenditori e siamo molto contenti che sul nostro territorio cresca il connubio tra impresa ed etica”.
La serata segnerà, inoltre, la presentazione ufficiale di Slow Food sul territorio di Novara.
Il costo è di 30 euro per gli adulti, 20 per i ragazzi sotto i 25 anni. L’iniziativa rientra in “Cento passi verso il 21 marzo”; una serie di eventi che Libera promuove in preparazione alla giornata del 21 marzo 2013, XVIII giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime di mafia.Per informazioni, è disponibile il numero 3387018278.

Monica Curino

Articolo di: giovedì, 07 febbraio 2013, 8:34 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top