Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 22 gennaio 2018
Articolo di: mercoledì, 07 novembre 2012, 6:08 p.

Colpo alle Poste di Gozzano, ad agire è stata una "banda" specializzata (fotogallery)

Hanno disattivato corrente elettrica e allarmi e poi hanno aperto la cassaforte con la fiamma ossidrica

GOZZANO - E' di novantamila euro il bottino del “colpo” messo a segno nella notte tra martedì e mercoledì ai danni dell’Ufficio Postale di via Gentile 1 a Gozzano. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti ad agire sarebbe stata una “banda” altamente specializzata.
Lo dimostra il fatto che i malviventi  arrivati sul posto attorno alle 22 di martedì, hanno disattivato il sistema di allarme e per evitare di essere ripresi dalle telecamere di sorveglianza hanno scollegato i fili della corrente elettrica e anche i cavi della linea telefonica.
Poi nell’oscurità avrebbero atteso pazientemente il momento più opportuno per entrare in azione, riuscendo ad eludere a quanto pare anche l’arrivo dei Carabinieri in servizio di ronda nella zona. Hanno quindi forzato una porta sul retro e dopo essere entrati  nell’ufficio hanno raggiunto il caveau. Qui utilizzando la fiamma ossidrica hanno aperto la cassaforte, all’interno della quale c'erano appunto novantamila euro in contanti oltre ad un numero imprecisato di valori bollati. Un’operazione complessa quella dell’apertura del forziere durata parecchi minuti che solo una mano esperta sarebbe stata in grado di compiere.
Racimolato il bottino la banda si è impossessata anche delle telecamere di servizio che sarebbero state caricate su un furgone parcheggiato poco distante. Nessuno tra gli abitanti della zona si sarebbe accorto di nulla e i ladri, favoriti dal buio sono riusciti ad allontanarsi facendo perdere le loro tracce.
Sull’episodio stanno indagando i Carabinieri della locale Stazione e della Compagnia di Arona supportati dagli esperti della “scientifica”.
Sono stati istituiti diversi posti di blocco e altri controlli sono stati disposti in tutto il borgomanerese ed il Cusio anche attraverso la visualizzazione dei filmati di alcune telecamere della zona che potrebbero aver ripreso la fuga degli autori del "colpo".

> VEDI LA FOTOGALLERY CON LE FORZE DELL'ORDINE SUL LUOGO DELL'EPISODIO

Carlo Panizza

Articolo di: mercoledì, 07 novembre 2012, 6:08 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top