Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 27 luglio 2017
Articolo di: domenica, 11 novembre 2012, 2:26 p.

Costruire con la paglia, corso a Fontaneto d’Agogna

Promosso dalla cooperativa Vedogiovane per realizzare lo spazio giovani, è aperto a tutti

FONTANETO D’AGOGNA – Tre giorni per imparare a costruire con la paglia, in maniera del tutto ecologica. E’ il percorso formativo proposto dalla cooperativa borgomanerese Vedogiovane. L’iniziativa è propedeutica alla realizzazione del nuovo centro d’incontro giovanile di Fontaneto d’Agogna, ma in realtà il cantiere scuola è aperto a tutti. “Imbianchini, muratori, professionisti, che vogliono imparare questa tecnica antica e ora in disuso, potranno frequentare il corso come se fosse un appuntamento di aggiornamento al costo di 240 euro– spiega Manuel Cerutti della cooperativa Vedogiovane – I giovani e i residenti di Fontaneto e dei comuni limitrofi, invece, potranno seguirlo gratuitamente per essere poi coinvolti nella realizzazione dello spazio d’incontro”. Le pareti del centro giovani saranno, infatti, realizzate mescolando 600 balle di paglia con materiale di costruzione, un procedimento eco-compatibile, poco costoso e – se eseguito a regola d’arte – particolarmente resistente nel tempo.

Il work-shop si terrà da venerdì 7 a domenica 9 dicembre, presso il Centro Sportivo Comunale di via della Pace a Fontaneto d'Agogna. (info e prenotazioni: Manuel Cerutti 335.1344472 - manuel.cerutti@vedogiovane.it). Nelle settimane successive si procederà alla costruzione vera e propria del nuovo centro d’incontro giovanile, di cui sono già state realizzate le fondamenta. Oltre alla progettazione “fisica” dell’edificio, la cooperativa Vedogiovane, che ha vinto un’istruttoria del Comune di Fontaneto per la creazione e la gestione dello spazio, sta già progettando l’uso futuro del centro. “Dovrebbe diventare un punto di riferimento non solo per Fontaneto ma anche per i Comuni limitrofi – sottolinea Manuel Cerutti – Per ora abbiamo già coinvolto i ragazzi di Cavaglio d’Agogna e stiamo gettando le basi per un percorso simile con i giovani i Suno e Cressa”. Le richieste emerse finora? Musica dal vivo, iniziative culturali, wi-fi libero e laboratori. Tutto da contenere nelle eco-pareti di paglia. Nell'immagine: come sarà lo spazio giovani di Fontaneto.

Lucia Panagini

Articolo di: domenica, 11 novembre 2012, 2:26 p.
youkata
^ Top