Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 18 ottobre 2017
Articolo di: venerdì, 16 novembre 2012, 4:10 p.

Cureggio, il sindaco al freddo per la spending review

Riscaldamento e luci spente in ufficio. "Non è una protesta, ma il mio stile di vita"

CUREGGIO - Sta facendo discutere la scelta del sindaco di Cureggio, Annalisa Beccaria, che ha spento luci e riscaldamento nel suo ufficio pur di risparmiare sul bilancio comunale. Dopo gli ultimi tagli che hanno ridotto ancora di più all'osso le risorse, il primo cittadino del paese del borgomanerese ha preso questo provvedimento drastico ma che lei fa apparire quasi naturale. Ecco il suo punto di vista.

Com'è nata questa decisone?

"Non vorrei che questa mia scelta ragionata di gestione della cosa pubblica passasse come una protesta - dice - E' vero, i tagli della spending review non tengono in considerazione le esigenze dei cittadini e tutti quei servizi fondamentali che un Comune ha il dovere di erogare loro, ma questo è semplicemente il mio stile di vita volto a non sprecare e ad ottimizzare al meglio le risorse pubbliche sia materiali che economiche. Il Comune è un po' come la mia seconda famiglia. Io sono presente tutti i giorni, dalle 8.30 del mattino dopo che ho accompagnato a scuola mio figlio, fino a quando necessita la mia presenza. Partecipo a tutte le riunioni possibili e cerco di ottimizzare le risorse. Lavorare al freddo non m'importa, perché fortunatamente posso tenermi addosso un bel giaccone che scalda tanto quanto il riscaldamento, ma i servizi agli altri non possono e non devono subire tagli".

Ha reso partecipe qualcuno di questa sua scelta?

"Non ritengo necessario comunicare questo mio comportamento agli altri Enti, soprattutto alla Prefettura, al Governo od all'Anci che hanno sicuramente problemi ed impegni molto più importanti di me e di ciò che ritengo giusto fare. L'importante è che io sia tranquilla in coscienza e che possa continuare ad amministrare con oculatezza per il bene della mia collettività e nel rispetto ed in applicazione della legge".

Cosa vorrebbe dire al premier Monti?

"Se potessi parlare con il Premier Monti, gli chiederei solo di venire a vedere il nostro piccolo Comune, e quanto amore e quanta passione ci stiamo mettendo tutti (amministratori, associazioni, oratorio, volontari etc.) per difenderlo e farlo crescere. Vorrei solo far capire che abbiamo risorse umane intoccabili, come tutte quelle persone speciali come sono i nostri volontari delle Associazioni ed i nostri giovani dell'Oratorio che insieme a noi lavorano per la collettività. Tagliare risorse economiche ad Enti virtuosi come il nostro è come tagliare il futuro di queste splendide realtà. Io ho sempre creduto nella legge, nella sua applicazione e nel rispetto alle Istituzioni, ma queste Istituzioni dovrebbero a mio avviso vivere il territorio come noi ed imparare a scindere ciò che realmente è superfluo da ciò che è assolutamente indispensabile per il bene comune".

Nella foto: il sindaco di Cureggio, Annalisa Beccaria, in un recente appuntamento istituzionale

Lucia Panagini

Articolo di: venerdì, 16 novembre 2012, 4:10 p.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top