Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 17 dicembre 2017
Articolo di: martedì, 29 marzo 2011, 12:00 m.

Da Borgo energia per quattro province

In corso lavori per ammodernare l’elettrodotto e costruire una centrale di smistamento

BORGOMANERO - Disagi in vista per la circolazione stradale a nord della città. Da lunedì 28 marzo, e per quasi due settimane rimarrà infatti chiuso al traffico un tratto della Provinciale 167 “Borgomanero – Gozzano”, meglio conosciuta come la “strada dei rubinetti”. Il tratto interessato dalla chiusura è quello compreso tra due rotatorie, quella che collega la “strada dei rubinetti” alla Sr 229 del Lago d’Orta e la rotonda collocata sotto la collina di Piovino.

L’adozione del provvedimento è stata dettata dalla necessità di permettere il passaggio dell’elettrodotto “Ossola sud” che trasporta energia elettrica a 132K in parte importata dalla Svizzera e in parte prodotta in Ossola e si estende da Pallanzeno sino a  Borgomanero nord dove verrà costruita una stazione di smistamento. L’elettrodotto proseguirà quindi la sua marcia con un nuovo tratto sino a Novara. Per la realizzazione dell’opera dovrà essere costruito un tunnel sotterraneo all’interno del quale verranno messi i tubi. Nei giorni scorsi è iniziata l’operazione di sbancamento con la realizzazione di uno scavo ampio cinque metri e profondo tre. Da questa mattina le ruspe entreranno in funzione anche sulla strada dei rubinetti. Da giorni nelle vicinanze della rotonda in prossimità della Sr 229 è stato allestito il cantiere e se non vi saranno ritardi causati dal maltempo o da altri intoppi non prevedibili i lavori dovrebbero concludersi entro  venerdì 8 aprile. Il piano di razionalizzazione della rete “Ossola sud” prevede la realizzazione di 105 Km di nuove linee di elettrodotto a fronte di una demolizione di 213Km. Per un investimento di circa cento milioni di euro. «La razionalizzazione dell’area a sud di Pallanzeno – aveva dichiarato presentando il progetto l’amministratore delegato di Terna, la società responsabile in Italia della trasmissione dell’energia elettrica sulla rete ad alta e ad altissima tensione, Flavio Cattaneo – riguarda in particolare una porzione della rete caratterizzata da numerosi elettrodotti ormai obsoleti, costruiti tra il 1920 e il 1930».  La “stazione” che verrà costruita a Borgomanero sarà molto importante in quanto avrà il compito di smistare l’energia elettrica  in quattro province: oltre a Novara e Vco anche Biella e Vercelli. Nella foto, di Panizza, il “cantiere” di Terna tra la Sr 229 e la strada dei rubinetti.

Carlo Panizza

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

Articolo di: martedì, 29 marzo 2011, 12:49 m.
^ Top