Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 15 dicembre 2017
Articolo di: martedì, 23 agosto 2011, 9:10 m.

Dieci telecamere sperimentali per tre anni

Alle medie e in discarica «per mettere fine agli episodi vandalici»

GOZZANO - Attivata, ad agosto, la videosorveglianza in prossimità delle Scuole medie e del Centro raccolta rifiuti di via per Auzate, con un’iniziale fase di sperimentazione che durerà tre anni. Dieci le telecamere operative: la maggior parte controlleranno la Media Pascoli e la sua area di pertinenza; le rimanenti il Centro rifiuti, interessato (dall’aprile 2010) da interventi di adeguamento resisi necessari per aderire alle normative vigenti. Nell’occasione questo servizio era stato spostato (temporaneamente) presso l’area dell’ex petroliera, in località Monterosso. La scelta di attuare un programma di sorveglianza mirata a punti sensibili, già annunciata in passato, costituiva uno dei punti qualificanti del programma elettorale della Giunta in carica. «Ultimamente in queste aree si è assistito – ha detto il sindaco Carla Biscuola - a ripetuti episodi di vandalismo, alcuni dei quali di particolare gravità. La nostra Amministrazione, pertanto, ha deciso di attivare sperimentalmente la videosorveglianza per tre anni. La sicurezza dei cittadini e il controllo degli edifici comunali – ha aggiunto - rappresentano obiettivi di primaria importanza e, con questo progetto, si ottengono, a nostro avviso, risultati di grande rilevanza, sia sul piano educativo e di prevenzione, sia su quello del controllo e della repressione. Ci auguriamo – ha concluso Biscuola - che l’iniziativa contribuisca a promuovere un miglior rispetto del patrimonio pubblico, ponendo termine agli episodi vandalici».

Maria Antonietta Trupia

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

Articolo di: martedì, 23 agosto 2011, 9:10 m.
^ Top