Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 18 dicembre 2017
Articolo di: mercoledì, 05 ottobre 2011, 4:22 p.

Discarica di Ghemme, polemica infinita

Il sindaco di Ghemme chiede le dimissioni di presidente e assessore all’ambiente della Provincia

GHEMME - Dimissioni del presidente della Provincia Diego Sozzani, dell'Assessore provinciale all'Ambiente Oliviero Colombo e del Cda del Consorzio Rifiuti Medio Novarese. A richiederle è il sindaco di Ghemme, Alfredo Corazza, dopo la relazione di Arpa e Comitato Tecnico Provinciale sulla discarica in località Solaria resa nota la scorsa settimana.

"I rilievi dell'Arpa ricalcano tutte le perplessità che il Comune di Ghemme aveva già sollevato mesi fa sul piano di chiusura definitivo della discarica- spiega Corazza - Si tratta di un non progetto, perchè lascia indefinite questioni troppo importanti". In particolare le modalità di chiusura e la correlazione tra il progetto specifico per la discarica e quello per l'area vasta.

Da qui la richiesta di dimissioni per l'assessore Colombo e il presidente Sozzani, che, tra l'altro, è attualmente alla guida anche del Consorzio Rifiuti Medio Novarese, con una delega temporanea conferitagli nel maggio scorso. Il sito in località Solaria è inattivo da circa quattro anni, ma non sono state ancora completate le pratiche di chiusura.

Lapidaria la replica dell’assessore Provinciale all’Ambiente, Oliviero Colombo: “Non ho alcun commento da rilasciare sull’argomento, ho ben altro da fare”. Passo decisivo sarà la prossima Conferenza dei Servizi, convocata il 9 novembre: “Si valuteranno le integrazioni e si prenderà una decisione nel rispetto dei cittadini e dei Comuni interessati” conclude Colombo.

Lucia Panagini 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

Articolo di: mercoledì, 05 ottobre 2011, 4:22 p.

Dal Territorio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio
MAGGIORA - Abigaille Zanetta era nata a Suno nel 1875, ma la sua famiglia, il papà Bartolomeo e la mamma Maddalena Marucco,  era originaria di Maggiora. E sempre a Maggiora  iniziò la sua carriera professionale come insegnante presso il locale Asilo Infantile. Attività questa che non l’avrebbe fatta assurgere agli onori della cronaca tanto da essere(...)

continua »

Altre notizie

^ Top