Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 28 luglio 2017
Articolo di: mercoledì, 15 marzo 2017, 2:58 p.

Distrutto il fiocco anti-bullismo a Briga Novarese, l’appello del sindaco

“Non sono solo ragazzate, tutti noi dobbiamo dedicare maggiore attenzione a prevenire”

Lo sconcerto per i gravissimi episodi di bullismo e violenza nella vicina Lomellina è ancora vivo e anche dal territorio arriva un appello a non sottovalutare i comportamenti prepotenti dei più giovani. A lanciarlo è il sindaco di Briga Novarese, Chiara Barbieri, che fa un parallelo tra il fenomeno del bullismo e gli atti vandalici avvenuti ultimamente in paese. “Nessuno di noi può sentirsi estraneo a tali fenomeni derubricandoli magari a ragazzate o a piccoli atti vandalici che sono sempre accaduti” scrive in una comunicazione il primo cittadino.

Il 2017 a Briga Novarese è cominciato sotto il segno dei vandali: nella notte di Capodanno qualcuno appiccò fuoco davanti all’edicola del paese, poi atti vandalici in Chiesa. “Apparentemente episodi che nulla hanno a che fare con il bullismo, ma se aggiungiamo l’ultimo fatto verificatosi in ordine di tempo e cioè la distruzione del fiocco azzurro davanti alla recinzione della scuola materna, simbolo appunto della lotta al bullismo, allora un campanello d’allarme deve suonare per tutti noi” scrive il sindaco. Il timore è che si tratti di disagi ben più profondo. “Non vorremmo che la sottovalutazione di episodi del genere, di per se’ poco rilevanti, ci portasse in futuro a chiederci di fronte a fatti più gravi: ma com’è stato possibile? – continua Chiara Barbieri - Per scongiurare tale pericolo tutti noi dovremmo dedicare maggiore attenzione a prevenire ogni possibile fenomeno che, se trascurato, potrebbe portare a conseguenze più gravi”. Da qui l’invito a tutti i cittadini di segnalare ogni tipo di episodio del genere, al fine, conclude il sindaco “di porvi rimedio in tempo, mettendo in campo tutte le energie di cui disponiamo”.

l.pa.

 

 

Articolo di: mercoledì, 15 marzo 2017, 2:58 p.
youkata
^ Top