Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 22 settembre 2017
Articolo di: venerdì, 08 settembre 2017, 4:17 p.

Ecografo di nuova generazione nel reparto di Ostetricia dell'Ospedale di Borgomanero

E' stato donato da tre associazioni novaresi

BORGOMANERO - Un ecografo di nuova generazione è stato donato alle Strutture Complesse di Ostetricia Ginecologia e Pediatria dell’Ospedale Ss. Trinità di Borgomanero dalle Associazioni di Volontariato “Andrea Valentini un aiuto ai bambini” di Oleggio in collaborazione con “Il Pianeta dei Clown” di Novara e i “Dudu di Gloria” di Oleggio. La cerimonia di consegna dell’importante apparecchiatura è avvenuta oggi venerdì alle 11 ed è stata preceduta nell’Aula Magna dell’Ospedale di viale Zoppis dall’intervento di diverse autorità tra cui l’onorevole Franca Biondelli, Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, l’assessore comunale alle Politiche sociali Franco Cerutti e il direttore generale dell’Asl NO Adriano Giacoletto. Tutti hanno ringraziato le associazioni di volontariato che hanno donato l’ecografo,(Samsung Mod. HS70) è che, hanno spiegato il dottor Giovanni Ruspa, Direttore del Dipartimento Materno Infantile e Direttore della S.C. Ostetricia Ginecologia e il dottor Oscar Nis Haitink Direttore della S.C. di Pediatria “è dedicato alla salute delle donne e dei bambini e permette di espletare accertamenti ecografici per imaging nella popolazione femminile, durante la gravidanza e anche in età pediatrica, garantendo una migliore efficacia diagnostica. E’ dotato inoltre di due sonde “fased array” per la cardiologia pediatrica e neonatale e di una sonda “micro-convex” per ecografia cerebrale transfontanellare”. Nel suo intervento il direttore generale dell’Asl Giacoletto ha posto l’accento sull’importanza di queste donazioni che, ha sottolineato, vanno ad aumentare la qualità dei servizi assicurati dall’Ospedale di Borgomanero che con i suoi 200 posti letto ha effettuato nel corso dell’anno oltre novemila ricoveri”. Giacoletto ha fatto inoltre rilevare che, “nonostante l’alta qualità dei servizi assicurati e la grande mole di lavoro svolta dall’Asl NO, per quanto riguarda i finanziamenti regionali, gli stessi, essendo ripartiti secondo il criterio della quota capitaria, questi risultano essere i più bassi in Piemonte. In futuro i fondi verranno distribuiti anche tenendo conto dell’effettivo lavoro svolto e della qualità”. Prima di diventare ufficialmente operativo l’ecografo è stato benedetto dal prevosto di Borgomanero don Piero Cerutti che a nome di tutta la comunità locale ha ringraziato quanti operano nel settore sanitario e nell’ambito del volontariato sociale. Nella foto, di Panizza, l’inaugurazione dell’ecografo nel reparto di pediatria del Ss. Trinità.

Carlo Panizza

Articolo di: venerdì, 08 settembre 2017, 4:17 p.
youkata
^ Top