Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 28 maggio 2017
Articolo di: venerdì, 11 gennaio 2013, 1:24 p.

Erbetta: "L'obiettivo? Arrivare primi"

Il mister del Borgomanero Calcio sprona la squadra in vista della ripresa

BORGOMANERO - Tutto pronto al Comunale di Borgomanero per la ripresa del campionato di Eccellenza. Si parte da dove ci si è fermati. Infatti è stato anticipato il rientro sui campi per recuperare la giornata di sosta forzata, a causa neve. Nella città agognin arriverà il Borgaro, squadra di metà classifica che ha accumulato i suoi punti principalmente in casa.  
Il Borgomanero si presenta in campo con diversi innesti: Fovanna, Balzo e il recuperato Rizoli. Ma soprattutto con tanta carica, come ben dimostrano le parole di mister Erbetta: "Noi abbiamo l’obiettivo di arrivare primi perché abbiamo il potenziale. Teniamo presente però che questo obiettivo deve essere visto in un’ottica più generale. Sono diverse le squadre che possono ambire al primato. Quindi se il Borgo arriva secondo, terzo o quarto, non possiamo dire che ha sbagliato annata, lo stesso vale per le altre squadre. Sono squadre forti che hanno i mezzi per poter arrivare in alto. Analizzando la realtà del Borgomanero posso dire che rispetto alle altre squadre c’è qualcosa di diverso. Noi ogni anno ricostruiamo da zero, siamo un ottimo trampolino di lancio per i giocatori e questo significa che ogni anno ci portano via pezzi pregiati. E’ stato così con Rota, Leto Colombo, Corteggiano e altri. Anche quest’anno è andata così, con i giocatori che sono andati via. Abbiamo avuto la forza e la capacità di ricostruire la squadra e anche quest’anno svolgiamo un ruolo da protagonisti”.
A guardare i risultati, un auspicio per la ripresa sarebbe fare più punti in casa, dove durante l'andata si sono persi gli scontri diretti decisivi negli ultimi minuti. “Devo dire che questi episodi sono stati casuali e piuttosto, sono stati bravi i nostri avversari che hanno saputo sfruttare al massimo le poche azioni di gioco concesse loro - tranquillizza però l'allenatore rossoblu - Non ci siamo assolutamente schiantati da un profilo fisico. Noi stiamo viaggiando a una buona media, ed era semplicemente impensabile vincerle tutte. Noi abbiamo degli ottimi riscontri dalle gare. Io sono soddisfatto, la squadra ha una sua identità, una sua precisa fisionomia e lo si può vedere come rispondono i nostri avversari in campo”. 

Lucia Panagini

Articolo di: venerdì, 11 gennaio 2013, 1:24 p.
youkata
^ Top