Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 12 dicembre 2017
Articolo di: domenica, 18 marzo 2012, 6:45 m.

Festa della donna nel segno dell’accoglienza

In visita alla “Casa del Piccolo Bartolomeo” di Borgomanero

BORGOMANERO – Nel mese tradizionalmente dedicato alla donna il sindaco Anna Tinivella e l’assessore ai servizi sociali Maria Emilia Borgna hanno fatto visita la scorsa settimana alle donne e ai bambini ospiti di “Casa Piccolo Bartolomeo”,struttura di prima accoglienza per ragazze madri e donne in difficoltà da quattordici anni operativa in via Fornara 35 nella frazione di Santo Stefano. “Una struttura – ha spiegato agli amministratori locali Mario Metti, presidente dell’Associazione di volontariato “Mamre” – dove non si fa dell’assistenzialismo fine a se stesso ma si cerca dopo l’accoglienza di accompagnare queste donne che spesso hanno alle spalle storie di violenze e soprusi, verso un progressivo reinserimento in famiglia o sul territorio, con la conseguente ricerca di un lavoro e di un alloggio”. Oltre a “Casa Piccolo Bartolomeo” l’associazione “Mamre” gestisce altre importanti strutture: “Casa Suor Maria Serena” con due appartamenti adibiti alle “urgenze”; “Casa Dom Mario Zanetta”, con tre appartamenti abitati da famiglie in stato di bisogno; “Casa don Luciano Lilla” formata da due mono – locali ,da un laboratorio di lavoro e da un locale adibito ad asilo; ed infine casa “Gaudenzio Bastaroli”, struttura di seconda accoglienza composta da due appartamenti. Sindaco e Assessore hanno trascorso alcune ore all’interno di “Casa Piccolo Bartolomeo”degustando anche alcune specialità gastronomiche internazionali cucinate dalle donne,appartenenti ad etnie diverse ospiti della struttura.  

Carlo Panizza

 

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara di sabato 17 marzo 2012 in edicola o direttamente online in versione digitale sfogliabile 

Articolo di: domenica, 18 marzo 2012, 6:45 m.
^ Top