Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 23 gennaio 2018
Articolo di: sabato, 08 dicembre 2012, 11:09 m.

Ghemme arriva su Facebook

Ma l'opposizione è critica: “Esisteva già una pagina, ma non piaceva per le critiche”

GHEMME – Il Comune di Ghemme sbarca su Facebook, il più noto e usato social network del mondo. L’assessorato alle Politiche Giovanili della cittadina ha creato una propria pagina istituzionale sulla piattaforma social, che sarà online nei prossimi giorni. Una novità informatica per essere sempre più vicini ai ghemmesi, in particolare ai giovani, nel contesto partecipato del web 2.0.
“Il Comune di Ghemme dispone già di un proprio sito web istituzionale e di un portale turistico – spiega l’assessore alle Politiche Giovanili del Comune, Sabrina Marrano – La pagina Facebook non nasce per essere un doppione, ma per diventare una forma di comunicazione alternativa e, soprattutto, informale con i cittadini”. Sul web sono richiesti suggerimenti ai cittadini e ci sarà uno scambio di opinioni in tempo reale. Come già fatto da altri Comuni (Gattico e Grignasco ad esempio), Ghemme appare sul social network con la formula apposita “Enti e istituzioni”. Basterà quindi accettare o inviare una semplice richiesta di “amicizia” per entrare in collegamento con il Comune. “Intendiamo sfruttare il grande potenziale comunicativo del social network che ormai ha utilizzatori di ogni età e ceto sociale – chiarisce l’assessore Marrano – Ma soprattutto ci sembra un modo per avvicinare alla realtà pubblica locale i giovani, spesso poco propensi a collegarsi al sito Internet del Comune”.
Critica però la minoranza: “Sembrerebbe una "notiziona",  se non fosse che non e' nient' altro che la  brutta copia  della preesistente pagina della biblioteca di Ghemme fatta recentemente chiudere dal' Amministrazione Corazza – argomenta il capogruppo di”Viva Ghemme Viva”, Davide Brusotti - La tanto vituperata pagina, che pur cambiando nome in "biblioamicighemme", ancora oggi conta più di 200 aderenti, dava la possibilità' a tutti di esprimere giudizi e suggerimenti direttamente all' Amministrazione, su tutto ciò che ruota attorno alla biblioteca, mensa,centri estivi, scuola ecc ecc. Evidentemente alcuni commenti hanno infastidito i nostri Amministratori, che hanno ben pensato di togliere di mezzo questo fastidioso (per loro) mezzo di comunicazione, della serie "o con me o contro di me". Affermazioni che faranno discutere… Sul web e non solo.

Lucia Panagini

Articolo di: sabato, 08 dicembre 2012, 11:09 m.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top