Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 15 dicembre 2017
Articolo di: giovedì, 07 aprile 2011, 10:35 p.

Giorgia testimonial antidroga a Borgomanero

Anche le telecamere di Matrix a riprendere l'evento

BORGOMANERO - Ha colpito sicuramente nel segno la testimonianza della giovane milanese Giorgia Benusiglio intervenuta a Borgomanero martedì 5 aprile in due incontri, uno al mattino con le scuole e uno alla sera aperto alla cittadinanza e in particolare dedicato ai genitori. Giorgia, finita in coma dopo essersi “calata” mezza pasticca di ecstasy, ha subito un trapianto di fegato e dopo una lunga e difficile riabilitazione ha deciso che quello che era toccato a lei non doveva più accadere. Ha cominciato così a girare per le scuole raccontando la sua esperienza, è stata notata dal ministro della Gioventù Giorgia Meloni ed è nata così una collaborazione col Ministero delle Politiche giovanili che l’ha portata a diventare uno dei testimonial antidroga più famosi. L’anno scorso, per i tipi delle Edizioni Paoline, è uscito "Vuoi trasgredire? Non farti!", un libro scritto a quattro mani col giornalista Renzo Agasso che racconta la sua esperienza. «Quanti giovani sanno che basta mezza pasticca di ecstasy (neanche una, proprio mezza!) per andare all’altro mondo? Forse nessuno. Eppure io l’ho sperimentato sulla mia pelle: mezza pasticca mi ha portato a un passo dalla morte - queste le parole della ragazza - Ho fatto la più grande cavolata della mia vita: me la sono vista brutta, ma ora sono qui. Altri non ce l’hanno fatta». Giorgia ha spiegato che la morte è solo una delle conseguenze: molti giovani sono andati incontro a un calvario fatto di danni cerebrali, operazioni, trapianti, ricoveri ospedalieri.
A riprendere l’incontro del mattino c’erano anche le telecamere di Matrix: la trasmissione televisiva di Canale 5 condotta da Alessio Vinci ha dedicato la puntata del 6 aprile a Giorgia Benusiglio, con un amplissimo servizio proprio sull’incontro di Borgomanero.

Mario Benusiglio, padre di Giorgia, ha spiegato che la redazione di Matrix ha scelto Borgomanero come simbolo dell’impegno che anche piccole realtà profondono su questi temi. «La nostra città, i nostri ragazzi hanno risposto alla grande - sottolinea l’assessore Roberto Nonnis - Dalle prime impressioni che abbiamo raccolto tra i giovani ci pare di poter dire che il messaggio che abbiamo voluto far passare abbia trovato terreno fertile».
«Il titolo che abbiamo scelto per i nostri incontri - continua Nonnis - “Vuoi trasgredire? Non farti!”, riprende esattamente quello del libro perché riteniamo che illustri perfettamente quello è avvenuto: si sono completamente ribaltate le nozioni di “normalità” e “trasgressione”, la normalità è diventata rivoluzionaria, la trasgressione si è trasformata in puro e semplice conformismo».

Redazione online 

Articolo di: giovedì, 07 aprile 2011, 10:35 p.
^ Top