Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 16 dicembre 2017
Articolo di: venerdì, 08 giugno 2012, 3:54 p.

Giorni decisivi per la Bemberg

Doppio incontro per questione ambientale ed industriale

GOZZANO - Due incontri importanti nel giro di sei giorni, che potrebbero cambiare il futuro della Bemberg e dei suoi lavoratori. Sta per cominciare una settimana decisiva per l'azienda di Gozzano, chiusa da tempo. Il primo appuntamento è una riunione informale che si terrà martedì 12 giugno in Prefettura a Novara con Provincia, Regione, Prefetto e parti sociali. "Probabilmente si parlerà di nuove occasioni di riqualificazione dei dipendenti e della bonifica" anticipa Paolo Simonotti, Rsu Bemberg. Prima di parlare di qualunque nuovo utilizzo degli stabilimenti gozzanesi, infatti, bisogna risolvere il problema ambientale, visto che nel sito c'è presenza di amianto. La necessità di trovare una soluzione per la bonifica o almeno per la messa in sicurezza è particolarmente sentita dal Prefetto di Novara, Francesco Paolo Castaldo, che, nel suo precedente incarico ad Alessandria, ha toccato con mano il dramma della Eternit di Casale Monferrato. Lunedì 18 giugno, invece, un secondo incontro presso la Prefettura di Novara sarà un vero e proprio tavolo istituzionale alla presenza dei parlamentari novaresi, dei rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico e dei curatori fallimentari dell'azienda, con le parti sociali e gli enti novaresi. L'obiettivo è cercare di trovare possibili strategie d'impresa per il futuro dell'area industriale gozzanese e una soluzione di sostegno al redditto per i lavoratori della Bemberg, a cui scadrà la cassaintegrazione il 30 giugno.

Lucia Panagini

 

Articolo di: venerdì, 08 giugno 2012, 3:54 p.
^ Top