Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 21 novembre 2017
Articolo di: sabato, 13 ottobre 2012, 10:20 m.

Gozzano, bilancio in difficoltà per i mancati introiti Imu e Ici

Sulle finanze comunali gravano i "casi" ex Bemberg e Pasell Orta

GOZZANO - Dibattito ampio in Consiglio comunale, in occasione della seduta per approvare una variazione di bilancio e per dar conto della ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi. Un nuovo incontro è previsto entro il 31 ottobre, in quanto grava sulle casse comunali la “pesante” situazione di mancato introito Ici (ora Imu) di ex Bemberg che potrebbe prefigurare (ma si deciderà, appunto, entro fine mese), una variazione dell’aliquota. L’assessore al Bilancio, Stefano Cristina, ha spiegato che, stante il rinvio della data entro cui approvare il bilancio di previsione, slitta anche il termine per la deliberazione delle aliquote. Cristina ha riferito che «le variazioni in entrata più significative riguardano la previsione delle stime Imu e il ricalcolo delle assegnazioni statali da parte del Ministero degli Interni». Il Ministero ha effettuato una «previsione di gettito pari a un milione e 425mila euro ed un conseguente ricalcolo del fondo sperimentale di riequilibrio». Ma«le stime statali non concordano con quelle comunali». Non essendo stata incassata «nemmeno l’Ici 2010 e 2011 dal fallimento Pasell Orta, le variazioni del fondo sperimentale di riequilibrio per invarianza rispetto all’Ici incassata, comportano una riduzione del fondo di 251.826 euro anziché un aumento pari a quello che il fallimento Pasell Orta dovrebbe versare, e cioè 350.404 euro». La speranza è che venga accolta l’istanza dell’Amministrazione a Ministero dell’Interno, Ufficio Territoriale del Governo, Anci, Regione e Corte dei Conti “per una fattiva collaborazione «affinché – ha dichiarato l’assessore – al Comune sia riconosciuta l’esatta attribuzione del fondo sperimentale. L’Amministrazione -ha affermato - non vorrebbe aggravare i problemi sociali e della popolazione aumentando l’aliquota per sopperire al mancato versamento da fallimento Pasell e/o da minore assegnazione del Fondo sperimentale di riequilibrio». L’ex sindaco Giuseppe Signorelli (Insieme per Gozzano) ha sottolineato il ruolo del Comune che si vede quasi attribuire un ruolo sostitutivo rispetto alla Stato dovendo sopperire i mancati introiti Ici Bemberg. Ilaria Sorrentino (Sinistra e Libertà) che ha ipotizzato una “disobbedienza” rispetto allo sforamento dei patto di stabilità. Il sindaco Carla Biscuola: «La situazione è anomala; gravare sui cittadini è l’ultima delle scelte». Antonio Tenace (capogruppo di maggioranza), ha ribadito che la «situazione del Comune di Gozzano è eccezionale per la situazione Bemberg», dicendosi convinto che «dal Ministero non giungerà alcuna risposta». Elio Leonardi (capogruppo di minoranza di “Insieme per Gozzano”) dopo aver chiesto conferme sugli anticipi del Comune per conto della Regione sulla costruzione della nuova scuola (il sindaco ha riferito trattarsi di “quasi 500 mila euro”) ha detto: «Confermando le criticità evidenziate in sede di approvazione del previsionale a luglio, ora di ancora più incerta lettura appare la vicenda verso gli adempimenti Imu».

Maria Antonietta Trupia

Articolo di: sabato, 13 ottobre 2012, 10:20 m.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top