Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 17 dicembre 2017
Articolo di: martedì, 09 agosto 2011, 3:58 p.

Gozzano, presentato il servizio di soccorso sanitario e salvamento in acqua sul Lago d'Orta

Alla presentazione il personale e i mezzi utilizzati da C.R.I. e Carabinieri

CUSIO - Sono stati presentati ieri, 8 agosto, in località Lido di Gozzano, personale e mezzi utilizzati da C.R.I. e Carabinieri sul Lago d’Orta. Il servizio di soccorso sanitario e salvamento in acqua (attivo, a partire da giugno, il sabato e la domenica dalle 9.30 alle 18) è reso possibile grazie all’impegno degli Operatori Polivalenti Soccorso Acquatico (OPSA) della Croce Rossa che dispongono di un’idroambulanza ormeggiata a Orta San Giulio (località Bagnera) e dotata di presidi di primo soccorso, nonché di un defibrillatore semiautomatico.

Il personale OPSA svolge un attento pattugliamento sul bacino lacustre controllando, in particolare, le spiagge libere e rimanendo in costante contatto con le Centrali operative 118 di Novara e Verbania. Servizio che, svolto dal 2006 dalla C.R.I. distaccamento di Orta S. Giulio, presidia anche le attività sportive sul Cusio (canottaggio, regate veliche, immersioni).
Allestita, a Bagnera, una postazione fissa di Primo Soccorso la cui sede è situata presso l’“Associazione Sub Novara Laghi”, concessa in uso dal Comune di Orta.

Nell’occasione, in rappresentanza dei volontari c’erano, tra gli altri, Livio Chiotti (ispettore regionale Volontari del Soccorso di C.R.I.), Raissa Buard (delegato provinciale OPSA) e Armando Gallo (referente del gruppo di Borgomanero). Tra le autorità intervenute, l’assessore provinciale Antonio Tenace, i sindaci di Gozzano, Carla Biscuola, e Orta S. Giulio, Cesare Natale, il comandante della Compagnia dei Carabinieri di Verbania, tenente Christian Tapparo, quello della stazione di Gozzano, maresciallo Gianluigi Penariol, e della Polizia dell’Unione dei Comuni del Cusio, Giorgio Schiavon. Il prevosto, don Enzo Sala, ha benedetto natanti e uomini, affidandoli alla protezione del patrono della cittadina, Giuliano.

L’importante servizio che garantisce sicurezza e celerità degli interventi di soccorso per residenti e turisti è stato sinora interamente a carico del Comitato provinciale C.R.I. - Novara e del Comitato locale C.R.I. - Borgomanero. Da quest’anno, un parziale finanziamento anche dai Comuni di Gozzano e Pella e una donazione dalla ditta “VA Albertoni srl” di Gozzano.
Nell’intento di mantenere e migliorare il servizio prestato, l’auspicio del Comitato provinciale C.R.I. è quello di un coinvolgimento allargato agli altri Comuni lacustri e agli Enti interessati. Nel ringraziare i sostenitori, espresso un invito a collaborare al progetto rivolto anche ai fruitori del servizio, al fine di promuovere interventi sempre più efficaci e coordinati.

Maria Antonietta Trupia

Gallery articolo
*clicca sulle immagini per ingrandire

DSCN2018.jpg

DSCN2024.jpg

DSCN2037.jpg

Articolo di: martedì, 09 agosto 2011, 3:58 p.

Dal Territorio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio
MAGGIORA - Abigaille Zanetta era nata a Suno nel 1875, ma la sua famiglia, il papà Bartolomeo e la mamma Maddalena Marucco,  era originaria di Maggiora. E sempre a Maggiora  iniziò la sua carriera professionale come insegnante presso il locale Asilo Infantile. Attività questa che non l’avrebbe fatta assurgere agli onori della cronaca tanto da essere(...)

continua »

Altre notizie

^ Top