Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 23 gennaio 2018
Articolo di: martedì, 01 marzo 2011, 12:00 m.

Grandi chef novaresi “stellati”

Sono gli eredi del Maestro Escoffier

GHEMME - Nella casa- museo del Maestro Escoffier, a Villeneue Loubet, è stato consegnato il riconoscimento “Stella d’Oro alla Professionalità”, premio rivolto ai grandi chef che nella loro lunga carriera hanno seguito gli insegnamenti e lo stile culinario del Maestro Escoffier. George Auguste Escoffier fu un prestigioso cuoco francese che, grazie alla sua bravura, divenne “il re dei cuochi e cuoco dei re”. Nei suoi 63 anni di carriera lavorò per i migliori alberghi europei, tra cui l’Hotel Savoy a Londra. Uno dei suoi grandi meriti fu quello di aver scritto “Le guide culinaire” nel 1903, manuale che racchiude le basi della cucina per tutti i cuochi professionisti. A ricevere l’importante riconoscimento tre chef novaresi: Giampiero Gavinelli, di Dormelletto e per molti anni Executive Chef del Grand Hotel di Gardone Riviera e dell’Hotel Savoia di Madonna di Campiglio; Bruno Brusorio, Chef dell’Hotel San Francesco e del ristorante Kabiria di Borgomanero; Daniele Preda,  Consigliere Nazionale dell’Ordine dei Maestri di Cucina ed Executiva Chef della Federazione Italiana Cuochi. «Un riconoscimento che mi rende orgoglioso e che corona i miei 40 anni di carriera», ha affermato entusiasta Preda, cuoco di Ghemme, che grazie alle due eccellenti doti culinarie è stato anche docente presso l’Istituto Alberghiero “E. Maggia” di Stresa.

Paolo Usellini

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

Articolo di: martedì, 01 marzo 2011, 12:54 m.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top