Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 18 novembre 2017
Articolo di: lunedì, 16 luglio 2012, 5:05 p.

Il borgomanerese non è più la casa dei piloti

Mentre si discute di terza pista, cala il mercato immobiliare legato allo scalo

BORGOMANERO - Mentre si discute della terza pista di Malpensa, cala il mercato immobiliare legato allo scalo. Almeno nella zona nei dintorni di Borgomanero, dove un tempo molti piloti avevano comprato abitazioni e villette. A fare la fotografia di questo particolare settore immobiliare, è Roberto Spadaro dell'agenzia "Un tetto per tutti" di Borgomanero: "Abbiamo notato una flessione del mercato delle case da oltre 500 mila eura - spiega - E uno dei motivi da cui pensiamo derivi è sicuramente il fatto che ci siano meno piloti di stanza a Malpensa e quindi meno possibili acquirenti di abitazioni di un certo target". Non tutto il personale aeroportuale è però "volato via", ma forse rimane più spostato nella fascia che va da Arona a Oleggio, anzichè tra le colline del borgomanerese. "In realtà non abbiamo dati precisi legati a Malpensa - spiega Andrea Leo della Fimaa Confcommercio Novara - Ma di certo non è lo scalo varesino a far muovere attualmente il mercato novarese, piuttosto è il progetto F35 legato all'aeroporto di Cameri. Molte aziende americane stanno inviando in zona tecnici e dipendenti, che ora stanno cercando casa per un periodo medio-lungo". Le località preferite da chi cerca casa per qeuesto motivo sono Novara, Cameri, Arona e il lago Maggiore, di cui gli americani sarebbero letteralmente innamorati. E Borgomanero e le sue colline? L'effetto "mattone" del progetto F-35 qui deve ancora farsi sentire.

Lucia Panagini

Articolo di: lunedì, 16 luglio 2012, 5:05 p.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top