Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 14 dicembre 2017
Articolo di: lunedì, 31 ottobre 2011, 5:22 p.

Il Borgomanero rafforza il suo secondo posto

Battuto il Gassino San Raffaele nello scontro diretto

BORGOMANERO - Borgomanero non molla la presa e continua l’inseguimento dell’imprendibile Verbania. Come tutte le partite, Borgomanero-Gassino San Raffaele è accompagnata da numeri molto interessanti: di fronte uno dei miglior attacchi, il Borgomanero, (17 reti insieme a Verbania, Sciolzee Junior) e la seconda miglior difesa, il Gassino, con appena 7 reti subite. Il gioco è sempre nelle mani del Borgomanero che fin dall’inizio cerca di far valere la legge di casa dove, i rossoblu, hanno messo a segno ben 10 gol, alcuni di questi su punizione da Leto Colombo che dopo 4’ minuti ci riprova non trovando la porta. Anche il Gassino ha uno specialista su punizione: Pregnolato che al 21’ colpisce la traversa ammutolendo il pubblico rossoblù per qualche secondo.

Il Borgomanero manovra con fraseggi rapidi e improvvisi cambi di gioco per l’inserimento dei suoi esterni sotto porta, come succede al 10’ quando Corteggiano colpisce debolmente di testa regalando la palla al portiere Cantele. La costante dei padroni di casa è un possesso palla che passa sempre da Gerbaudo e Salafrica che spesso avanzano a supporto delle punte come nell’occasione del gol: proprio Salafrica sigla il vantaggio con un missile terra aria da fuori area che si infila all’incrocio dei pali. Nemmeno il tempo per esultare che dopo pochissimi minuti il Gassino trova il pari: Tuberosa, difensore centrale, ha lo stesso opportunismo di una punta trafiggendo Ramazzotti in mischia a seguito di un calcio di punizione.

La ripresa si apre con un clamoroso buco difensivo della seconda miglior difesa del campionato, che libera Sogno a tu per tu con il portiere, dribbling e Castiglia, accorso in aiuto del proprio portiere, commette fallo: rigore (giallo per il difensore quando tutti chiedevano il rosso) e finalizzazione di Leto Colombo. Ancora Leto Colombo, che per tutta la partita è stato libero di fare sempre tutto ciò che voleva, crossa per Rota che in tuffo di testa da ottima posizione non trova la porta quando il cronometro segna 19’; stessa cosa succede nell’area del Borgomanero al 21’ con Fassina il quale, al 27’ impegna nell’unica parata Ramazzotti calciando da dentro l’area di rigore sul primo palo.

Il Borgomanero gestiste il possesso trovando alcune occasioni clamorose: al 34’ Leto Colombo calcia centralmente sui piedi di Cantele e al 38’ altro rigore: Iulini si invola sulla destra, cross basso e Tuberosa in scivolata tocca la palla con la mano, rigore ( non ammonito il difensore) traversa e riga colpita da Salafrica. Brividi e non solo di freddo per i padroni di casa al 40’ quando un vivacissimo Riccardi colpisce la traversa da fuori area; nei minuti di recupero al 48’, D’Onofrio si trasforma in rugbista calciando altissimo un ottimo pallone dal dischetto del rigore. Finisce 2-1, vince il Borgomanero che continua a correre, il Gassino si blocca bruscamente dopo 5 risultati utili consecutivi e forse saluta il treno delle prime.

Alex Aromando

Articolo di: lunedì, 31 ottobre 2011, 5:22 p.
^ Top