Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 15 dicembre 2017
Articolo di: domenica, 22 luglio 2012, 9:52 p.

Il Cav di Borgomanero compie 20 anni

Il Centro Aiuto alla Vita dal 1992 ha distribuito un milione di euro

BORGOMANERO - Un milione di euro. E' questa la cifra che il Centro Aiuto alla Vita (Cav) ha distribuito dal 1992 ad oggi a tante donne e famiglie in difficoltà. Lo ha fatto con l'obiettivo di “sostenere con ogni mezzo le famiglie e le donne a portare a termine le gravidanze inaspettate o a rischio, difendendo e accogliendo la vita umana sin dal concepimento, in tutte le sue esigenze e in tutto l'arco del suo sviluppo sino al concepimento naturale”. Nei giorni scorsi il Cav, presieduto dall'imprenditore Alberto Cerutti, ha festeggiato i primi vent'anni di attività dell'associazione, premiando al termine di una Messa celebrata nella chiesa di San Giuseppe dal prevosto don Piero Cerutti, coloro che il 9 luglio 1992 di fronte al notaio Errico Alfani fondarono il Cav: l'allora prevosto don Giovani Galli, l'attuale assessore comunale alle politiche sociali Maria Emilia Borgna, l'ex assessore Rosa Maria Rossari Cerutti, Alberto e Paola Cerutti, Giuseppe Franco Strigini, Angela e Rosaria Nichini, Paola Savoldi, Chiara Besuzzi, Giovanni Barattini, Laura Antonioli, Claudia Gessaroli. Da qualche anno la sede del Cav è in via dell'Edera 4, dove due giorni alla settimana - mercoledì dalle 17 alle 19 e venerdì dalle 18 alle 20 - un drappello di volontari distribuisce generi di prima necessità a un sempre maggior numero di famiglie che, complice la crisi, sono costrette a chiedere aiuto. Attualmente vengono seguite dal Cav oltre duecento famiglie grazie al progetto “Gemma” che consiste, attraverso una forma di “adozione a distanza”, nel sostenere economicamente una mamma e il suo bambino per un periodo di 18 mesi (gli ultimi sei di gravidanza e i primi 12 mesi dopo la nascita del bambino) e il progetto “Zainetto” che assicura un contributo mensile di 160 euro alle donne che, piuttosto che abortire, scelgono di portare a termine la gravidanza. «In due decenni - dice Cerutti - sono stati salvati dall'aborto 170 bambini». Nella foto, da sinistra verso destra Alberto Cerutti con gli ex presidenti del Cav Laura Antonioli e Renato Poletti.

Carlo Panizza

Articolo di: domenica, 22 luglio 2012, 9:52 p.
^ Top