Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 16 dicembre 2017
Articolo di: martedì, 17 maggio 2011, 9:54 m.

Il Consorzio San Giulio continua a crescere

Nel 2010 associati sono aumentati del 25%

BORGOMANERO - «Nel 2010 abbiamo aumentato di circa il venticinque  per cento il numero delle aziende consorziate, raggiungendo il nostro record storico, a quota 111: si tratta di un dato in forte controtendenza rispetto alla media. In Italia, infatti, i consorzi di acquisto di energia elettrica stanno perdendo unità». Lo ha annunciato Federico Zaveri, presidente del Consorzio “San Giulio”, la società per i servizi energetici dell’Associazione Industriali di Novara, durante l’assemblea annuale dei soci, tenutasi nei giorni scorsi a Borgomanero. «Con il balzo delle quotazioni del greggio dei mesi scorsi – ha aggiunto Zaveri – si sta rivelando vincente la scelta di ottenere da Energetic Source Spa, nostro fornitore per il 2011, un contratto a prezzi fissi per l’acquisto di circa 300 GWh di energia elettrica. A fine anno il risparmio in bolletta sarà superiore alle stime, giù molto positive, che abbiamo fatto nei mesi scorsi. L’energia acquistata dalle nostre aziende, inoltre, è “verde”, in quanto classificata “Recs” con emissione della certificazione “Zero Emission Electricity”».

Anche per quanto riguarda i consumi di gas naturale l’attività del San Giulio, che è stato il primo consorzio di acquisto a diventare operativo per l’energia in Italia, nel novembre 1999, è notevolmente cresciuta. «Abbiamo superato i 32 milioni di metri cubi di metano – ha precisato Zaveri – ed è in fase avanzata la negoziazione del nuovo contratto luglio 2011-giugno 2012, che interesserà 40 aziende che ci hanno conferito la relativa procura. Ricordo che tra i servizi collaterali che offriamo alle industrie consorziate figurano anche uno specifico report, la pre-fattura, la telelettura, che mette a disposizione via internet tutti i dati di prelievo di ogni singola azienda, oltre a quanto garantito dallo “Sportello Energie” attivo presso l’Ain. Stiamo inoltre valutando la possibilità di creare un nuovo sito internet del consorzio, che consenta un migliore accesso alle informazioni e ulteriori nuovi servizi alle aziende aderenti».Durante i lavori assembleari, oltre all’approvazione del bilancio 2010 e alla nomina di Giuseppe Bianchi quale nuovo membro del Collegio sindacale sono state approvate alcune modifiche allo statuto sociale.

 

«Gli esperti della società “Energy Saving”, che supporta il consorzio per l’erogazione di servizi collaterali alle forniture – spiega Marco Mainini, Energy Manager dell’Ain e procuratore del Consorzio – hanno quindi illustrato il nuovo format del report mensile di analisi delle fatture dell’energia e il nuovo servizio di “pre-fattura”, che verrà messo a disposizione degli interessati al termine del mese di consumo grazie ai dati acquisiti tramite il sistema di telelettura esistente in tutti i 103 siti di prelievo attivi».

«Lo “Sportello Energie” dell’Ain – ricorda Mainini – è gratuitamente a disposizione di tutte le aziende nostre associate. Offre consulenza su mercati energetici, analisi dei profili di prelievo e valutazione delle opzioni tariffarie alternative, verifica della corretta fatturazione, comparazione delle proposte commerciali di fornitura, verifica dell’ottimizzazione dei contratti, bilancio energetico, risparmio energetico, variazioni alla struttura impiantistica, nomina dell’energy manager aziendale, valutazione di possibili defiscalizzazioni delle forniture energetiche (accise) per usi di processo, certificati “verdi”, certificati “bianchi” (titoli di efficienza energetica), certificati “neri” (quote Emission Trading System), impianti di cogenerazione e fonti rinnovabili. Fornisce anche supporto per la compilazione della dichiarazione annuale di consumo per le officine elettriche (ex dichiarazione Utf), le analisi termografiche e per la certificazione “En 16001” relativa al sistema aziendale di gestione per l’energia. Il prossimo appuntamento sarà martedì 7 giugno 2011. Tramite lo “sportello” possono sempre essere programmati nelle aziende specifici “Energy Audit”, strumenti sempre più essenziali per ottimizzare i consumi e massimizzare i vantaggi ottenibili sul libero mercato».

a cura di Mariateresa Ugazio

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

Articolo di: martedì, 17 maggio 2011, 9:54 m.
^ Top